Martedì 22 Gennaio 2019 | 09:30

Per cercare i fratellini a Gravina i cani del CfS

Al lavoro nella cittadina barese le unità del Corpo forestale, con gli animali addestrati a cercare corpi umani sotto le macerie. Gli investigatori temono di non ritrovare più vivi Francesco e Salvatore Pappalardi, di 11 e 13 anni, scomparsi dal 5 giugno scorso. Le ricerche sono mirate e si concentrano nelle aree immediatamente a ridosso dell'abitato dove i fratellini sarebbero stati visti giocare per l'ultima volta la sera, prima della scomparsa
GRAVINA IN PUGLIA (Bari) - Sono arrivati questa mattina a Gravina in Puglia e sono già al lavoro i cani da maceria del Corpo forestale dello Stato che supporteranno le unità cinofile già impiegate per le ricerche di Francesco e Salvatore Pappalardi, i fratelli di 11 e 13 anni scomparsi dal 5 giugno scorso dalla cittadina della Murgia barese.
I cani giunti oggi (è arrivato un primo gruppo ma ne sono attesi in tutto dieci) sono specializzati nella ricerca di cadaveri rimasti sepolti e sono quindi ritenuti particolarmente utili a condurre le ricerche nell'aspro e accidentato territorio prospiciente Gravina, caratterizzato da un'ampia frattura carsica ricca di vegetazione, di grotte e di anfratti profondi. Unità cinofile Corpo Forestale dello Stato
L'arrivo di queste unità specializzate è il segnale, anche se mai confermato ufficialmente, che oramai gli investigatori nutrono poche speranze di ritrovare vivi i due fratellini. Dopo oltre un mese e mezzo di indagini, le piste investigative rimangono ancora tutte in campo, da quella dell'incidente che potrebbe essere avvenuto mentre i due ragazzini giocavano ai margini del paese, in una di quelle zone disabitate della città vecchia che si affacciano sulla frattura della gravina, sino all'ipotesi del rapimento a scopo sessuale.
In ogni caso, attualmente le ricerche sono mirate e si concentrano nelle aree immediatamente a ridosso dell'abitato dove i fratellini sarebbero stati visti giocare per l'ultima volta nella serata del 5 giugno e lungo le pareti scoscese sottostanti che sono già state perlustrate con esito negativo da unità cinofile.
Le perlustrazioni vengono condotte anche da istruttori del centro addestramento alpino di Moena della Polizia di Stato, che stanno passando al setaccio la zona e da altre unità cinofile della Polizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400