Lunedì 21 Gennaio 2019 | 19:00

Opere pubbliche - Di Pietro "apre" le porte a Vendola

Il ministro delle Infrastrutture - a Bari per un convegno - ha dichiarato la disponibilità del Governo a discutere con la presidenza della giunta della Regione Puglia un calendario dei lavori da effettuare, ma in base alla reale disponibilità di fondi. «Il centrodestra ha privilegiato il Nord al 70 %, il Centro Italia al 10 % ed il Sud all'8%». «Sono pronto con i tecnici dell'Anas, delle Ferrovie e con i responsabili dei porti e degli aeroporti»
Anas - Lavori stradali BARI - «Io sostengo che non tutto quello che è sulla carta si può fare, perché i soldi non ci sono. Alle Regioni chiedo quindi cosa vogliamo e possiamo fare perché penso che possiamo concertare insieme queste scelte: per questo ho scritto al presidente Vendola chiedendogli un incontro». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Antonio di Pietro che oggi a Bari ha incontrato i giornalisti prima di partecipare ad una iniziativa sulle opere infrastrutturali in Puglia.
«Appena Vendola potrà e vorrà ricevermi - ha detto ancora - io verrò qui con i tecnici dell'Anas, delle Ferrovie, responsabili di porti e dell'aeroporto e guardandoci nelle tasche vedremo cosa si può fare in concreto secondo le emergenze e le urgenze». «Io voglio fare - ha aggiunto - le cose che si possono fare: abbiamo preso atto che il governo di centrodestra ha parlato di infrastrutture, le ha anche programmate, le ha previste e ne ha anche fatto una legge per 174 miliardi di euro, ma abbiamo trovato opere finanziabili soltanto per 58 miliardi di euro; per tutte le altre opere i soldi non ci sono». «Abbiamo anche scoperto - ha proseguito - che di quelle realmente finanziate oltre il 70% è stato fatto al Nord, solo il 10% al Centro e l'8% al Sud». «Ciò vuol dire che al Sud sono state fatte solo tante righe sulla carta per questo io dico che non tutto quello che è sulla carta si può fare perché i soldi non ci sono».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400