Martedì 19 Febbraio 2019 | 05:14

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Foggia - Anziana derubata di 70mila ?

È stata raggirata in casa sua da due ladri, che si sono finti funzionari dell'Acquedotto pugliese e che si sono fatti ricevere con la scusa di dover effettuare dei controlli
FOGGIA - Ancora una truffa ai danni di anziani: due sconosciuti a Foggia sono entrati, dicendo di essere addetti dell'Acquedotto pugliese, in casa di un'anziana e si sono impossessati di 70 mila euro che la donna conservava in casa.
A quanto si è saputo, nel primo pomeriggio di ieri due sconosciuti, dicendo di essere dipendenti dell'Acquedotto pugliese e di avere l'incarico di controllare il contatore, sono entrati nell'abitazione di un'anziana e, mentre uno distraeva la donna, l'altro ha frugato nelle stanze ed ha trovato un cofanetto in cui erano custoditi 70.000 euro. A quel punto i due malfattori si sono impossessati del danaro e si sono allontananti con molta calma.
La signora, dopo poco, si è accorta dell'ammanco ed ha avvisato i Carabinieri, che hanno avviato indagini per identificare i responsabili.
Il Comando provinciale dei Carabinieri, ancora una volta ha rivolto un appello alle persone anziane perché prestino la massima attenzione agli estranei e non aprano incautamente le porte dei loro appartamenti. Nel caso in cui sconosciuti dovessero chiedere di entrare, adducendo i motivi più strani o accreditandosi come dipendenti di enti pubblici, i Carabinieri sollecitano a chiamare un parente se abita nelle vicinanze o il 112 perché una pattuglia possa accertare l'identità degli sconosciuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400