Mercoledì 22 Maggio 2019 | 17:44

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa guardia costiera
Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: il pesce dato in beneficenza

Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: pesce in beneficenza

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
TarantoIl caso
Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

Taranto, furti nei supermercati del centro: 5 denunce

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 
BatSanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 

i più letti

Fitto: quali sono le accuse?

L'ex governatore di Puglia ha chiesto ufficialmente al gip chiedendo copia dell'ordinanza di custodia cautelare relativa al caso Cedis e che l'avrebbe visto coinvolto
BARI - Il parlamentare di Forza Italia Raffaele Fitto ha scritto oggi al Gip presso il Tribunale di Bari Chiara Civitano chiedendo copia dell'ordinanza di custodia cautelare relativa al procedimento penale che riguarda i supermercati Cedis e nell'ambito del quale l'ex governatore pugliese ha ricevuto il 6 luglio scorso un avviso di garanzia. Lo rende noto lo stesso Fitto in un comunicato.
«Come potrà verificare - scrive Fitto al Gip - nel documento da me ricevuto sono indicati esclusivamente i numeri degli articoli relativi alle norme oggetto di contestazione, senza alcuna indicazione in punto di fatto. In altri termini non vi è per me alcuna possibilità di comprendere il perchè, il come e il quando, con conseguente neutralizzazione di ogni diritto di difesa». «Apprendo leggendo i quotidiani del 7 luglio - afferma ancora - che sono stati diffusi, per larghi stralci e con dovizia di particolari, dettagli dei fatti che hanno portato all'arresto di coindagati nello stesso procedimento: e in tali racconti più volte sono citato e coinvolto. Sicchè ho conosciuto a mezzo stampa le ragioni dell'informazione di garanzia, a me inspiegabilmente taciute». «Ritengo - aggiunge Fitto - unitamente a tutti i cittadini e giornalisti di Puglia, di avere diritto a conoscere, in adempimento e nel rispetto dell'art.24 della Costituzione, i fatti che mi vengono rimproverati, per potere, senza inspiegabili ritardi, esercitare il diritto di difendermi». «Chiedo pertanto - conclude Fitto - il rilascio di copia dell'ordinanza applicativa della custodia cautelare relativa al procedimento penale in oggetto».
L'inchiesta riguarda il fallimento della Cedi Puglia, gruppo di grande distribuzione commerciale, per il quale sono stati posti due giorni fa agli arresti domiciliari i tre commissari straordinari della società, uno dei quali è un docente universitario di diritto del lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400