Giovedì 24 Gennaio 2019 | 09:08

«Presto in Puglia Asl ridotte a sei»

Cioè una per Provincia. E' questo l'impegno preso dal governo regionale in risposta ad un'interrogazione urgente del presidente del gruppo Psdi alla Regione, Giuseppe Cioce
BARI - «Entro la metà della legislatura, le Asl saranno ridotte a sei, con conseguente potenziamento dei distretti»: è questo l'impegno preso dal governo regionale in risposta ad un'interrogazione urgente del presidente del gruppo Psdi alla Regione Puglia, Giuseppe Cioce. A comunicarlo è stato l'assessore alle Politiche della Salute, Alberto Tedesco, nel corso di una riunione del centrosinistra. «Sono pienamente soddisfatto di questo impegno. - afferma Cioce, che aveva appunto chiesto la riduzione del numero della Asl a una per provincia - si parla tanto di razionalizzazione della spesa sanitaria bisognerebbe cominciare proprio tagliando la burocrazia, che non aggiunge nulla alla qualità del servizio offerto ai cittadini». «La sanità è uno di quei settori che sta maggiormente a cuore ai cittadini e per questo occorre assolutamente cambiare rotta - aggiunge il consigliere regionale - abbiamo già dato dei segnali importanti, come l'eliminazione del ticket e il potenziamento degli ospedali, anche attraverso apparecchiature all'avanguardia. Presto l'ospedale mons. Dimiccoli di Barletta, ad esempio, sarà dotato di due acceleratori lineari per il trattamento dei tumori con radioterapia, una tecnologia di ultima generazione, una novità assoluta per la nostra regione. Bisogna continuare su questa strada, tagliando le spese inutili e gli sprechi e investendo in risorse tecnologiche e umane. Solo così i cittadini si sentiranno più sicuri ed eviteranno di andarsi a far curare in altre regioni d'Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400