Domenica 20 Gennaio 2019 | 13:36

«Basta con l'ipoteca delle discariche»

Lo ha evidenziato il presidente della giunta regionale della Puglia, Nichi Vendola, in occasione dell'accordo siglato con il Consorzio nazionale recupero degli imballaggi
BARI - Un passo avanti nella cultura dell'ambiente «per liberarsi dall'ipoteca delle discariche e dell'incenerimento e per raggiungere e superare i parametri nazionali di riciclo». Così il presidente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola ha definito l'accordo siglato stamani con il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica (Comieco) per sensibilizzare i cittadini al tema del riciclo e favorire le attività volte al recupero di materia dai rifiuti. Nel 2005 la Puglia è stata la Regione virtuosa tra quelle del Mezzogiorno con 26 kg a testa di raccolta tra carta e cartoni contro la media di 18 kg su cui si attesta il Mezzogiono. «Il nostro obiettivo per il futuro - ha ricordato Vendola - è di raggiungere i 30 kg della media nazionale e superarli per creare una strategia alternativa alla dittatura delle discariche e degli inceneritori; la raccolta differenziata di carta e cartoni può aprire prospettive occupazionali e produttive impensabili - ha detto ancora il presidente della giunta - e può essere vettore dell'intero ciclo di raccolta dei rifiuti che vanno visti come risorsa».
«La Puglia virtuosa che negli ultimi anni ha raccolto ed avviato al riciclo oltre 400 mila tonnellate tra carta e cartoni che avrebbero riempito 4 discariche - ha evidenziato il presidente del Comieco, Carlo Montalbetti - si avvia con questo accordo a confermare la volontà di collaborazione tra istituzioni e privati in una sorta di patto di alleanza per recuperare ad oltranza ed evitare di importare da altri Paesi la carta da macero». L'accordo, cui seguiranno altri, si inquadra nel Piano regionale per la raccolta dei rifiuti.

SE PRODI PROPONE ACCETTO PROROGA RIFIUTI
Una «eventuale proroga a commissario dell'emergenza rifiuti in Puglia sarebbe utile perchè non si tratterebbe di una proroga qualunque ma della necessità di dare alle Province più tempo per il nuovo lavoro». Lo ha sottolineato il presidente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola in merito alla scadenza odierna del suo incarico di commissario straordinario dell'emergenza rifiuti. «Tra qualche ora sentirò il presidente Prodi - ha detto ancora Vendola - e se me lo chiederà accetterò la proroga per dare modo a tutti gli attori del settore di imparare a lavorare insieme ed in vista della pubblica utilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400