Giovedì 17 Gennaio 2019 | 01:07

La terra trema a Foggia

La scossa di terremoto è stata di magnitudo 4.9. L'epicentro è stato localizzato nei comuni di Vico del Gargano, Carpino, Cagnano Varano e M.te S. Angelo • I vigili del fuoco stanno controllando i cornicioni
• Palazzi in abete anti bolletta e anti sisma
• Ben più drammatica la situazione in Indonesia dove piove sugli sfollati. 5136 i morti per il terremoto
ROMA - Una scossa di terremoto di magnitudo 4.9 è stata avvertita dalla popolazione nella provincia di Foggia. L'evento sismico- secondo quanto riferisce la protezione civile - è stato registrato alle ore 4,20. L'epicentro è stato localizzato nei comuni di Vico del Gargano, Carpino, Cagnano Varano e M.te S. Angelo.
La scossa è stata avvertita chiaramente anche in provincia di Potenza, in particolare nella zona compresa fra Melfi, Lavello e Venosa, ai confini con la Puglia.
I centralini dei Vigili del fuoco hanno ricevuto diverse telefonate di persone che chiedevano informazioni ma - secondo quanto risulta al momento - nessuna richiesta di soccorso. Nè vi sarebbero edifici danneggiati.

Secondo dati della Prefettura di Foggia, sinora non si sono avute segnalazioni di danni alle persone o alle cose provocati dal terremoto. I paesi che sono stati direttamente interessati dal sisma sono stati molti dei piccoli comuni della parte centrale del Gargano, anche se il terremoto si è avvertito nettamente in tutta l'area e ha suscitato grande paura. In molti dei paesi interessati, i cittadini sono scesi in strada. Numerose le telefonate a vigili del fuoco e forze di polizia di persone preoccupate.

REGISTRATE ALTRE 9 SCOSSE
Oltre al terremoto di magnitudo 4.9 verificatosi alle 4.20 della scorsa notte con epicentro nel Gargano, in provincia di Foggia, ci sono state, fino alle 13 di oggi, 9 repliche, la più importante delle quali di magnitudo 2.4.
L'area interessata dal terremoto è considerata dagli esperti ad alta sismicità: l'epicentro è stato, infatti, localizzato tra Carpino e Cagnano Varano (latitudine 41.8, longitudine 15.9), in pieno Gargano, zona periodicamente colpita da terremoti significativi. Nonostante l'intensità, il sisma non ha prodotto danni di rilievo per il fatto che - hanno spiegato gli esperti - si è trattato di un terremoto profondo (ipocentro a 32 chilometri circa dalla crosta terrestre). Attraverso le valutazioni macrosismiche - ossia la valutazione dei danni e le indicazioni fornite dalle persone che hanno avvertito il terremoto - la scossa della scorsa notte è stata valutata del quinto-sesto grado della scala Mercalli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400