Venerdì 18 Gennaio 2019 | 13:39

«Cinemadamare», Wim Venders nel Sud

Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia ospiteranno dal 5 luglio al 15 agosto la quinta edizione della rassegna itinerante del cinema digitale con 200 giovani film-makers
POTENZA - Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia ospiteranno dal 5 luglio al 15 agosto la quinta edizione di «Cinemadamare», rassegna itinerante del cinema digitale, a cui prenderanno parte 200 giovani film-makers provenienti da 17 Paesi del Mediterraneo e il regista Wim Venders.
La manifestazione - a cui parteciperanno anche autori israeliani e palestinesi - è stata presentata stamani, a Potenza, in un incontro con i giornalisti, dal direttore, Franco Rina, e dall'assessore regionale della Basilicata alla cultura, Carlo Chiurazzi.

«Cinemadamare» farà tappa in Campania, dal 5 all'11 luglio, a Bari dal 13 al 19 luglio, in Basilicata, a Matera e Rotondella (Matera) dal 20 al 26 luglio, a Corigliano Calabro (Cosenza) dal 27 luglio al 2 agosto, ad Acireale (Catania) dal 3 al 9 agosto, per poi concludersi il giorno di ferragosto a Nova Siri (Matera), paese dove si è svolta, nel 2003, la prima edizione. Nel 2005 sono stati registrati oltre 18mila spettatori, mentre «per l'edizione del 2006 - ha detto Rina - ce ne aspettiamo almeno 35 mila. Al termine del concorso saranno assegnati tre premi: al primo classificato di 2.500 euro, al secondo di 1.500 e al terzo di mille».

«Nelle prime tre edizioni abbiamo dato il via a un percorso che si è rivelato straordinario»: è stato questo il commento del direttore Franco Rina, che ha scelto la «sua» Nova Siri per la conclusione della rassegna «Cinemadamare».
Rina, inoltre, ha messo in evidenza che «tutti gli autori saranno ospitati a carico dell'organizzazione. Siamo orgogliosi - ha continuato - perchè dopo aver fatto sedere, l'anno scorso, intorno a un tavolo palestinesi e israeliani, quest'estate, lo stesso tavolo sarà allargato anche a iraniani, iracheni e americani».
Per Chiurazzi, «Cinemadamare si inserisce perfettamente nella politica portata avanti dalla Regione per intensificare i rapporti con l' area del Mediterraneo anche per quel che riguarda la cultura. La Basilicata deve guardare a quest'area, che ha un immenso bacino di utenza e dove si gioca la serenità dell'intero pianeta, per creare nuove relazioni».
L'assessore ha sottolineato che «la Basilicata è in termini percentuali, la Regione che, considerando il bilancio e le risorse messe a disposizione dal Fondo sociale europeo investe di più nella cultura, che, a nostro parere, è un settore primario per lo sviluppo del territorio lucano».
Durante la conferenza stampa, l'assessore alla cultura del Comune di Nova Siri, Gaetano Di Matteo, ha annunciato che «nel programma di Cinemadamare è prevista anche una giornata in ricordo del poeta Dario Bellezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400