Sabato 25 Maggio 2019 | 18:55

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
LecceDopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
BrindisiUn 48enne
Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

Brindisi, stalker seriale perseguita la ex: finisce in cella

 
MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

Bari - Agguato mortale

La vittima era imparentata con l'ex «primula rossa» del contrabbando, Giuseppe Cellamare, catturato nel 1998 dopo una lunga latitanza in Montenegro, e poi divenuto «collaboratore»
BARI - Un uomo è stato ucciso la scorsa notte in un agguato al quartiere San Paolo di Bari. Si tratta di Giovanni Cellamare, di 46 anni. Secondo una prima ricostruzione della polizia, la vittima, intorno alle 2,40 è stata colpita da numerosi proiettili nei pressi della sua abitazione, mentre era in un circolo ricreativo.
Soccorso e trasportato all'ospedale «San Paolo», l'uomo è morto poco dopo per shock emorragico.

La vittima era imparentata con l'ex «primula rossa» del contrabbando di sigarette, Giuseppe Cellamare, catturato nel 1998 dopo una lunga latitanza in Montenegro, e poi divenuto «collaboratore» di giustizia. Giovanni Cellamare viveva in un appartamentino ricavato nel locale dove gestiva il «circolo», in via Ciusa. I killer hanno bussato a notte fonda, e lo hanno ucciso con numerosi colpi d'arma da fuoco. Almeno quattro proiettili lo hanno colpito in parti vitali, ma l'uomo ha resistito sino all'arrivo al pronto soccorso dell'ospedale «San Paolo», dove i sanitari non sono riusciti ad arrestare una forte emorragia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400