Giovedì 17 Gennaio 2019 | 09:30

Antenne sui Bollenti spiriti, al via progetto Universus.Csei

«Questa iniziativa finalmente inverte la tendenza perché finanzia la domanda e non l'offerta formativa - spiega Ettore Ruggiero, direttore di Universus.Csei - Come Consorzio ci siamo chiesti come affiancare i laureati nella loro ricerca di formazione, ne è nato il progetto 'Antenne', con proposte di accompagnamento che vanno da incontri di carattere culturale (come la presentazione di libri) a seminari, servizi di counseling»
BARI - Puntare le antenne sui bollenti spiriti significa saper cogliere il meglio delle meglio gioventù pugliese. Può riassumersi così il senso del primo appuntamento promosso dal consorzio universitario Universus.Csei nell'ambito dell'iniziativa regionale «Bollenti spiriti», per sostenere una nuova forma di formazione di eccellenza per laureati che avranno l'opportunità di acquisire competenze ed esperienze formative da spendere all'interno della propria regione d'origine.
«Questa iniziativa finalmente inverte la tendenza perché finanzia la domanda e non l'offerta formativa - spiega Ettore Ruggiero, direttore di Universus.Csei - Come Consorzio ci siamo chiesti come affiancare i laureati nella loro ricerca di formazione, ne è nato il progetto 'Antenne', con proposte di accompagnamento che vanno da incontri di carattere culturale (come la presentazione di libri) a seminari, servizi di counseling».
Il programma, assolutamente gratuito per chi decide di partecipare, prevede incontri itineranti in tutta la Puglia presso sei sedi provinciali, per costruire reamente un ponte tra le giovani generazioni e le istituzioni. Ci sarà poi anche un servizio di counseling per cui ci si potrà prenotare telefonicamente o tramite il sito internet (www.universus.it/bollentispiriti). Per dare maggiore risalto sulle iniziative periodiche è calendarizzata una mezza pagina pubblicitaria ogni giovedì sulla Gazzetta del Mezzogiorno.

«Bollenti Spiriti punta ad avere al centro i giovani con i quali sprigionare energie in termini di opportunità e di posti di lavoro - ha sottolineato Guglielmo Minervini, assessore regionale alle Politiche giovanili, intervenendo alla presentazione dell'iniziativa - ed in questo ci appogiamo ad Universus per i trent'anni di esperienza nel campo dell'alta formazione. Stiamo cercando di valorizzare degli spazi di creatività giovanile, stiamo cercando di attivare i contratti etici giovanil, è questa una assunzione di una precisa presa di responsabilità politica, di chi vuole lavorare insieme».
«L'impressione generale è che questa terra aspettasse una opportunità come questa - spiega Alessandro Desiderato, presidente del programma Bollenti spiriti - d'altro canto l'iniziativa regionale non è una leggerezza, ma una vera e propria manovra economica che stanzia 80 milioni di euro in 3 anni. Bollenti spiriti vuole rappresentare tutte le esigenze dei giovani pugliesi per la formazione e creare concretamente nuovi posti di lavoro. Da quando il progetto è partito la Regione non si aspettava tante risposte e l'assessorato ha il fiatone. L'iniziativa di Universus darà ulteriore respiro a questi sforzi». (R. Sche.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400