Martedì 19 Febbraio 2019 | 06:07

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Sicurezza treni: lunedì 10 minuti di stop

Anche la Uil di Puglia aderisce alla Giornata Mondiale di mobilitazione per la Sicurezza, che il 27 marzo fermerà gli addetti alla circolazione dei treni dalle 12,50 alle 13
BARI - Anche la Uil di Puglia aderisce alla Giornata Mondiale di mobilitazione per la Sicurezza, che porterà lunedì 27 marzo gli addetti alla circolazione dei treni a fermarsi dalle 12,50 alle 13,00. «Sono dieci minuti simbolici di sciopero - dice il segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese - che hanno però un valore molto significativo. Non è un caso che a questa manifestazione partecipino i ferrovieri di tutto il mondo, proprio perchè si intende sensibilizzare i passeggeri sui tempi della sicurezza ma anche far notare che i temi e i problemi da affrontare sono comuni. Non è insomma soltanto un problema di difesa dell'occupazione, che pure resta di fondamentale importanza».
La questione riguarda ovviamente anche la Puglia: «Non dobbiamo dimenticare - sostiene Pugliese - gli incidenti accaduti sul nostro territorio: quello di Palagianello e, solo lo scorso inverno, il disastro evitato col crollo del ponte nel barese, con il treno rimasto incredibilmente e fortunatamente in bilico.
Quella delle infrastrutture più moderne ed efficienti è una questione che non riguarda soltanto i ferrovieri, ma tutti i cittadini, perchè infrastrutture moderne ed efficienti sono sinonimo di un'offerta di servizi di primissimo livello, degna di una Paese civile. E servono anche per evitare incidenti e per garantire sicurezza al personale viaggiante e ai passeggeri. La nostra regione, invece, ha una rete ferroviaria vetusta e assolutamente non adeguata alle esigenze. Il solo fatto che manchino raddoppi di binario su direttrici fondamentali è la prova che molto c'è ancora da fare. Per questo è dovere di tutti mobilitarsi in questi dieci, simbolici minuti per la Giornata Mondiale per la sicurezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400