Sabato 16 Febbraio 2019 | 13:24

NEWS DALLE PROVINCE

LecceControlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
TarantoIn via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
MateraComune
Da Matera all'Aeroporto con bus navetta: siglato accordo

Da Matera all'Aeroporto di Bari con bus navetta: siglato accordo

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
BariRunning heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Tomba messapica in cortile scolastico

La scoperta ad Oria (Br) durante i lavori di ristrutturazione. Trovati uno scheletro di donna e un corredo funerario di epoca tra il IX ed il III secolo a.C.
ORIA (BRINDISI) - Una tomba risalente probabilmente al periodo della presenza dei Messapi nel Salento, tra il IX ed il III secolo a.C., con resti di uno scheletro e un corredo funerario, è stata scoperta nel cortile della scuola media «Fermi» ad Oria, nel corso di alcuni lavori di ristrutturazione.
Nel corso dei primi scavi, sono stati trovati i resti dello scheletro probabilmente di una giovane donna, ed un corredo funerario composto da cinque vasi di medie dimensioni e alcuni frammenti di collana in oro. Sul posto sono intervenuti gli archeologici della Sovrintendenza archeologica di Taranto che hanno preso in consegna i reperti per esaminarli. La tomba è emersa durante lavori di sbancamento per l'adeguamento alle norme vigenti della sicurezza dell'istituto scolastico.
I Messapi, che sono i primi abitanti del salento di cui si hanno documenti, giunsero dalla Dalmazia tra il IX ed il III secolo a.C.. Da loro la penisola salentina si chiamò Messapia, cioè terra tra due mari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400