Domenica 20 Gennaio 2019 | 08:32

Adriana Poli Bortone (An): non mi candido

Il sindaco di Lecce (europarlamentare di Alleanza Nazionale) non si candiderà alle politiche del 9 aprile e resterà alla guida della città
LECCE - Il sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, non si candiderà alle politiche del 9 aprile per Alleanza Nazionale e resterà alla guida della città di Lecce. Lo conferma lo stesso primo cittadino, che è anche europarlamentare di An, per sgomberare il campo da equivoci generati da notizie apparse oggi su un quotidiano locale che dà notizia delle sue dimissioni.
«Non mi sembra bello - spiega Poli Bortone - per il mio elettorato lasciare la guida della città dopo i successi elettorali conseguiti». Poli Bortone è stata infatti riconfermata per il secondo mandato a sindaco di Lecce (con il 68,7% delle preferenze) nel maggio 2002.
«All'inizio di gennaio, su richiesta del partito e a scopo precauzionale - chiarisce Poli Bortone - ho scritto la lettera di dimissioni da sindaco e l'ho depositata nel mio ufficio di gabinetto in vista della riunione del direttivo nazionale di An che si è poi tenuta il 9 gennaio. Dopo quella riunione la lettera di dimissioni non l'ho inviata al protocollo generale, quindi, non essendo mai stata protocollata, è come se non ci fosse mai stata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400