Venerdì 21 Settembre 2018 | 23:50

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A Carlantino 100 «piccoli» sindaci

Vito Guerrera, annuncia la conferenza nazionale dei sindaci dei piccoli Comuni italiani: «Il 2006 dovrà essere l'anno della rinascita. E si ricomincia da qui»
CARLANTINO (FOGGIA) - «Vogliamo riconquistare la dignità che ci è stata negata. Il 2006 dovrà essere l'anno della rinascita per i Comuni italiani. E questa rinascita comincerà a Carlantino». E' con queste parole che il sindaco di Carlantino, un paese a pochi chilometri dalla diga di Occhito, Vito Guerrera, annuncia la conferenza nazionale dei sindaci che rappresentano i piccoli Comuni italiani. Sono circa cento i primi cittadini che hanno aderito all'iniziativa.
Sabato 14 gennaio, a Carlantino, sindaci provenienti dalle province di Rovigo, Reggio Calabria, Avellino, Cosenza, Campobasso, Potenza, Foggia e da altre aree del Paese si riuniranno per discutere di una questione attuale: «La mobilità istituzionale delle piccole comunità locali come risposta al disagio sociale e all'assenza della politica». Proprio il Comune di Carlantino, chiedendo di poter passare dalla giurisdizione della Regione Puglia a quella del Molise, ha rilanciato la discussione di un problema: «i piccoli Comuni - è detto nella nota - si sentono strangolati dall'indifferenza di chi non comprende le necessità, i sogni e i disagi delle loro comunità». Sono 8.100 i Comuni d'Italia. La maggioranza di loro, ben 5.868 (il 72 per cento del totale), ha meno di 5.000 abitanti. In Puglia, i centri con meno di 5.000 abitanti sono 87. In provincia di Foggia ce ne sono 38.
«I piccoli Comuni - afferma Guerrera - non sono l'immondezzaio d'Italia. Non possono considerarci solo quando vicino ai nostri paesi vogliono costruire depositi di scorie nucleari, come a Scanzano, discariche, come nel caso di Savignano, oppure enormi dighe che sottraggono terra fertile ai nostri agricoltori, come vorrebbero fare a Carlantino con la costruzione di un secondo invaso artificiale».
La conferenza del 14 gennaio è stata organizzata dal Comune di Carlantino e dal Coordinamento dei Piccoli Comuni Italiani. Alla riunione nazionale dei sindaci che rappresentano i centri minori del Paese sono stati invitati presidenti di Regioni, consiglieri regionali e parlamentari di tutte le forze politiche. «Abbiamo invitato anche il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola - conclude Guerrera - con la speranza che il governatore pugliese accolga l'invito e venga a Carlantino, si renderà conto di come questo paese sia diventato, nostro malgrado, il simbolo di un disagio non più accettabile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 

PHOTONEWS