Martedì 19 Febbraio 2019 | 06:11

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Botti - Micidiali «Lilly Magnolia» a Brindisi

Sono tra i fuochi più pericolosi della mezza tonnellata sequestrata dai carabinieri del Comando provinciale a Francavilla Fontana e a Carovigno. Tre i denunciati
ROMA - I carabinieri del Comando provinciale di Brindisi hanno sequestrato, a Francavilla Fontana e a Carovigno, circa mezza tonnellata di fuochi artificiali proibiti provenienti dalla Cina.
Tre persone sono state denunciate perchè sprovviste delle necessarie autorizzazioni e per la vendita illegale di botti.
I militari hanno eseguito anche numerose perquisizioni con l'ausilio di unità cinofile antiesplosivo.
Il sequestro è stato fatto nelle località di Carovigno, Torre Santa Susanna e Francavilla Fontana. Si tratta di fuochi pirotecnici provenienti dalla Cina privi del marchio di sicurezza. Nel corso dell'operazione, denominata «Natale tranquillo» sono state denunciate quattro persone: un commerciante di Francavilla Fontana, un cittadino di Torre Santa Susanna e di altre due persone di Carovigno.
Tra il materiale sequestrato, anche le pericolose «Lilly Magnolia». Si tratta di una batteria di fuochi artificiali a fontana con il botto finale, che spesso rappresentano il vero rischio soprattutto per i bambini quando le trovano inesplose per strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400