Giovedì 23 Maggio 2019 | 10:40

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 
BatLa bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Barisud-est barese
Xylella, da osservatorio regionale nuova mappa aree a rischio

Xylella, da osservatorio regionale nuova mappa aree a rischio

 
TarantoTaranto
Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 

i più letti

Riapre l'ospedale di Terlizzi chiuso da Fitto

La nuova politica sanitaria riattiva anche l'ospedale di Molfetta e di Corato annullando di fatto la riforma varata nel 2002 dalla giunta regionale di centrodestra
BARI - Entro la fine dell'anno alcuni reparti in ospedali accorpati o ridimensionati nel 2002 dal piano ospedaliero varato dall'ex presidente della giunta di centrodestra della Puglia, Raffaele Fitto, torneranno in attività. E' previsto dal regolamento predisposto dagli uffici dell'assessorato alle politiche della salute della Regione Puglia, approvato dalla giunta regionale pugliese.
E' il caso, ad esempio, dell'ospedale di Molfetta (Bari), o di quello di Corato (Bari) a cui viene riconfermata l'autonomia o ancora di quello di Terlizzi, simbolo della protesta contro Raffaele Fitto e il suo piano ospedaliero varato nel 2002. Nel 'Sarconè di Terlizzi - paese natio dell' attuale presidente della giunta, Nichi Vendola (Prc) - torneranno, ad esempio, a funzionare i reparti di ginecologia e di chirurgia. E proprio nel reparto di ginecologia avvenne la protesta più dura contro il piano ospedaliero di Fitto: le mamme in attesa occuparono il reparto e alcune di loro partorirono lì malgrado il reparto fosse stato chiuso.
Il regolamento approvato dalla giunta regionale è il provvedimento di funzionamento della Ausl della Bat (la sesta provincia istituita recentemente in Puglia) e della nuova Ausl Bari 2, dopo la soppressione della Asl Bari 1. La Ausl della Bat è stata costituita per farne coincidere il territorio con la neonata sesta provincia; la Bari 2 (Bitonto, Palo, Terlizzi, Molfetta, Giovinazzo, Corato e Ruvo) è composta da Comuni che prima erano collocati in quattro diverse Ausl della Puglia. Per questo sono anche stati definiti l' organizzazione ospedaliera e i distretti sanitari: l'operazionè rappresenta, in pratica, un'anticipo del nuovo piano ospedaliero che la giunta di centrosinistra guidata da Nichi Vendola afferma che varerà nei prossimi mesi (si parla dell' inizio della estate 2006).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400