Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 08:01

Lecce - "Sos" da padre Zanotelli

Appello per i poveri della Terra del missionario comboniano, che partecipa in Puglia alle manifestazioni per i 25 anni della nascita della Comunità Emmanuel
LECCE - «Un mondo diverso è possibile, anzi è necessario e bisogna costruirlo in fretta perché quello in cui viviamo è un sistema di morte che consente a pochi di avere quasi tutto, utilizza le armi per difendere i propri privilegi, e sta pesando talmente tanto sull'ecosistema da mettere in pericolo la vita stessa sul pianeta».
È il messaggio e l'appello rivolto in particolar modo ai giovani da padre Alex Zanotelli, missionario comboniano che oggi partecipa a Lecce alle manifestazioni per i 25 anni della nascita della Comunità Emmanuel. Le manifestazioni dureranno sino al 19 novembre, e sono dedicate a "Società, giovani e futuro: dialogo tra generazioni". Alle iniziative, rivolte in particolare ai giovani degli istituti superiori della provincia è prevista la partecipazione di 1800 alunni.
Per Padre Zanotelli i giovani rappresentano «una generazione chiave, l'ultima generazione che dovrà prendere gravi decisioni». «Mi riferisco - ha detto - in particolare all'ultimo rapporto dell'Onu, nel quale 1300 scienziati ci hanno dato grosso modo qualcosa come una cinquantina d'anni per cambiare, altrimenti è la fine, le future generazioni non potranno sopravvivere». «Porto dentro di me - ha proseguito Zanotelli - amarezza profonda per questo mondo che si basa su un sistema economico-finanziario concepito solo per permettere a pochi di avere quasi tutto, fa la guerra ai poveri e uccide ogni anno 50 milioni di persone». «Questo sistema - ha detto ancora - permette al 20% della popolazione mondiale di avere quasi tutto, l'83% delle risorse, mentre il 20% del mondo vive nella miseria con solo l'1,4% delle risorse e la metà della popolazione mondiale vive sotto i 2 euro al giorno. Una vacca europea ha 2 euro e mezzo al giorno per vivere, una americana 5 dollari e una giapponese 7 dollari. Non credo nella reincarnazione ma, se ci fosse, chiederò al buon Dio che la prossima volta che nasco mi faccia o vacca europea o giapponese, perché sono trattate molto meglio in questo mondo».
Per padre Zanotelli, infine, un nuovo mondo dovrà nascere «lentamente da mille esperienze dal basso che dovranno confrontarsi con le altre attraverso mille sperimentazioni, mille tentativi». «Soltanto dobbiamo ricordarci - ha concluso - che i tempi che abbiamo non sono lunghi, anzi, al contrario, sono piuttosto brevi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400