Domenica 19 Maggio 2019 | 21:11

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIn mattinata
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro: 17enne contusa. Salvini: vergogna

 
BatIl diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte: indagati altri 4 minori

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Lecce, GdF sequestro probatorio di 1,4 mln

Si vuole appurare se la società Grafimedia non abbia indebitamente incassato agevolazioni per macchinari che sarebbero già stati nella disponibilità
LECCE - Beni mobili ed immobili per un valore di 1,4 mln di euro, riconducibili alla Grafimedia Srl di Lecce, sono stati posti sotto sequestro probatorio dalla Guardia di Finanza, in esecuzione di un decreto emesso dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, Imerio Tramis. Il provvedimento è stato emesso al fine di accertare la regolarità dei finanziamenti ottenuti dalla società per le agevolazioni alle imprese. Sotto sequestro sono finiti macchinari della tipografia ed un capannone industriale di San Giorgio Jonico, dove si stampano giornali, che l'autorità giudiziaria ritiene siano stati acquistati o realizzati ad un prezzo effettivo notevolmente inferiore a quello per il quale erano stati richiesti i finanziamenti pubblici. Secondo le indagini, alcuni macchinari sarebbero già stati nella disponibilità dell'impresa, e inseriti poi tra i beni da finanziare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400