Domenica 17 Febbraio 2019 | 11:21

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
LecceA Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Foggia - Un baobab per l'intercultura

Il centro voluto da Regione, Comune e Ufficio regionale scolastico per sostenere la piena integrazione dei cittadini stranieri nel tessuto sociale della città
FOGGIA - Si chiama Baobab «Sotto la stessa ombra», il Centro interculturale per gli immigrati che nascerà a Foggia, voluto da Regione, Comune e Ufficio regionale scolastico. E' stato ufficializzato con un protocollo d'intesa sottoscritto oggi a Palazzo di città dal sindaco, Orazio Ciliberti, dall'assessore comunale all'immigrazione, Michele Del Carmine, dalla Regione, rappresentata dall'assessore ai flussi migratori Elena Gentile e dal dirigente dell'Ufficio scolastico regionale, Giuseppe Fiori. Foggia è uno dei quattro comuni «campione» della Puglia - figurano anche Bari, Lecce e Altamura - destinatari di fondi regionali per la realizzazione del Centro interculturale con l'intento di favorire e sostenere, attraverso forme interistituzionale, la piena integrazione dei cittadini stranieri nel tessuto sociale della città. L'assessore regionale ai flussi migratori, Elena Gentile, anticipando alla stampa l'idea di realizzare un albergo diffuso nel Foggiano per accogliere i tanti extracomunitari che soprattutto nel periodo estivo affollano le campagne della Capitanata, ha spiegato perchè ha scelto Foggia come prima tappa di un viaggio che continuerà nei restanti tre comuni pugliesi, sedi dei centri interculturali.

«Da oltre quindici anni in questa terra si propongono episodi tristi: storie di immigrati e lutti che non fanno onore alle nostre radici, alle tradizioni e alla nostra cultura. Credo che Foggia e la Capitanata abbiano le risorse, le intelligenze, le capacità per intraprendere tale cammino culturale. Questa iniziativa - ha aggiunto l'assessore Gentile - èsignificativa perchè dimostra l'attenzione e la grande sensibilità delle istituzioni di fronte ai problemi legati all'immigrazione e la precisa volontà di favorire concretamente l'integrazione dello straniero. Andiamo oltre le gabbie ed il filo spinato, questo è il nostro progetto di integrazione».

Il programma di integrazione degli immigrati - curato dall'assessorato all'immigrazione - si sviluppa anche su altre proposte. Si sta valutando, nell'ambito di un accordo tra l'Anci e le Ferrovie dello Stato, la possibilità di avere in comodato gratuito alcuni locali della ferrovia di Foggia da destinare all'accoglienza degli immigrati. L'Ufficio scolastico regionale per la Puglia, ha inteso concorrere all'iniziativa destinando risorse finanziarie proprie, realizzando interventi didattici specifici (corsi di lingua italiana e di madrelingua, approfondimenti socioculturali attraverso l'utilizzo di vari canali comunicativi, presenza di mediatori interculturali) a supporto dell'attività dei centri interculturali attivati nei quattro comuni. A breve verrà individuata la sede che ospiterà il Centro Baobab. Il piano finanziario per la realizzazione del Centro prevede una spesa complessiva di 78.654 euro, di cui l'83% a carico della Regione, la restante parte del Comune di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400