Sabato 16 Febbraio 2019 | 22:32

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Operazione antidroga in Puglia e Basilicata

Comando provinciale di Bari stanno eseguendo 23 provvedimenti di custodia cautelare in carcere: le ordinanze sono state emesse dal gip del tribunale di Trani
BARLETTA (BARI) - Un'organizzazione delinquenziale che si occupava dello spaccio di stupefacenti tra la Puglia e la Basilicata è stata scoperta dai carabinieri della compagnia di Barletta, che con altri militari del Comando provinciale di Bari stanno eseguendo 23 provvedimenti di custodia cautelare in carcere: le ordinanze sono state emesse dal gip del tribunale di Trani su richiesta della procura della Repubblica.
Nell'operazione - che si chiama 'Proemio' - sono impegnati un centinaio di carabinieri e vengono impiegati un elicottero del nucleo di Bari e unità cinofile. Gli arresti vengono compiuti in comuni del nord barese e del sud foggiano, in Puglia, e nei contigui paesi di Lavello e Venosa, nella provincia di Potenza. Ad alcuni degli arrestati si contestano anche estorsioni e furti.
Le indagini - avviate dalla compagnia di Barletta nel maggio 2003 e dirette dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Trani - riguardano in particolare lo spaccio di cocaina, hascisc e marijuana da parte di giovani ritenuti vicini al clan Cannito. Particolari sull'operazione saranno forniti in una conferenza stampa fissata per le 10 negli uffici della Procura a Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400