Martedì 19 Febbraio 2019 | 11:24

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLa novità
Da Gallipoli si vola in Grecia: il turismo viaggia in idrovolante

Da Gallipoli si vola in Grecia: il turismo viaggia in idrovolante

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
BariRapina aggravata
Bari, 16enni rapinarono market, incastrati dalle telecamere

Bari, 16enni rapinarono market, incastrati dalle telecamere

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 

Bari - Oscurato il manifesto di «Crysalis»

Atti osceni e istigazione alla pedofilia; denuncia per la curatrice della biennale d'arte. L'esposto riguarda l'immagine scelta per la comunicazione della mostra
Notificato un verbale con denuncia di atti osceni ed istigazione alla pedofilia a Grazia De Palma, curatrice della biennale d'arte contemporanea Crysalis, Teoria dell'evoluzione, in corso a Bari, al Castello Svevo. Ignoto l'artefice dell'esposto.
La denuncia riguarda l'immagine usata per la comunicazione dell'intera biennale, e presente su inviti e cartellonistica stradale, che propone l'opera Butterfly dell'autrice olandese Margi Geerlinks, che vive e lavora a Rotterdam.
E' previsto l'oscuramento dei manifesti stradali e il ritiro del materiale promozionale.
La curatrice della biennale e l'organizzazione (Metamorfosi onlus e Zenzero Production) difendono il valore artistico dell'immagine. «Si tratta di un'opera d'arte che raffigura una bambina nuda in atteggiamento non provocatorio, nè osceno. La scelta di quest'opera per la comunicazione della biennale è stata dettata dall'attinenza con il titolo e il tema del progetto, perchè la bambina ha sulla spalla una farfalla e la sua nudità rappresenta, nel rispetto di criteri di gusto artistico, l'idea dell'evoluzione e del bozzolo che diventa farfalla. Tema portante della comunicazione è infatti una frase di Lao Tze: ciò che per la crisalide è la fine del mondo, il mondo chiama farfalla».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400