Giovedì 24 Gennaio 2019 | 13:51

Al via nelle scuole superiori il progetto «I quotidiani della tua Puglia in classe»

Il progetto nelle scuole superiori della Regione prevede lettura critica ecommento delle testate locali. Parte per il secondo anno consecutivo l'iniziativa con la collaborazione di Ufficio Scolastico regionale, Ordine dei Giornalisti della Puglia, Comitato regionale per le Comunicazioni e Istituto regionale di Ricerca Educativa
BARI - Al via da questo mese il progetto I quotidiani della tua Puglia in classe, lettura critica e commento delle testate locali nelle scuole superiori pugliesi. Per il secondo anno consecutivo l' ufficio di presidenza del consiglio regionale ha inserito nel piano esecutivo di gestione istituzionale la voce che, tra le buone pratiche, ha come obiettivo quello di far conoscere agli studenti le problematiche che riguardano la costruzione della nostra identità regionale e la formazione di cittadini consapevoli e informati sull'operato delle istituzioni. «Concentrato sul tentativo di ricostruire l'immagine della regione attraverso il resoconto giornalistico, il progetto - informa una nota dell' ufficio stampa del consiglio regionale - si distingue da altri simili di lettura dei quotidiani nelle scuole che si avvalgono di testate nazionali e hanno come fine quello di sollecitare l'interesse per la carta stampata in generale».
Con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico regionale, dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, del Comitato regionale per le Comunicazioni e dell' Istituto regionale di Ricerca Educativa, partner istituzionali, sono stati messi a punto dettagli e modalità di svolgimento dei laboratori. Sono 14 le scuole coinvolte nell'iniziativa, selezionate dall'Ufficio Scolastico Regionale. Nei due moduli didattici previsti per ogni istituto, i ragazzi, con l'aiuto prima di un giornalista e poi di un comunicatore, lavoreranno su 10 testate locali, tutte quelle presenti nel panorama editoriale della nostra regione. Ad aprile, nella riunione conclusiva, si farà un bilancio della già collaudata esperienza didattica, «ma i presupposti lasciano sperare che le 10.000 copie dei quotidiani che passeranno dalle mani dei 600 studenti coinvolti - si legge nella nota - sortiscano l'effetto voluto». «Si tratta, infatti, di un successo annunciato visto l'entusiasmo - si evidenzia ancora - con cui è stato accolto lo scorso anno l'esperimento e il numero delle candidature presentate all'ufficio scolastico regionale per la partecipazione al progetto». «Conoscere per giudicare: è fondamentale per costruire un'identità regionale precisa e formare cittadini consapevoli», afferma il presidente del consiglio regionale, Mario De Cristofaro. «Questo progetto - ha continuato De Cristofaro - come quello del Consiglio regionale aperto, ha lo scopo di sostenere la scuola nell'impegnativo compito di insegnare la democrazia. Quale modo migliore per familiarizzare con le istituzioni che renderle più accessibili sia fisicamente che attraverso il racconto giornalistico?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400