Giovedì 17 Gennaio 2019 | 14:16

Foggia, evasione scolastica-devianza, indagine Questura

L'analisi sulla devianza minorile, compiuta dalla questura di Foggia, ha consentito di correlare il fenomeno all'evasione scolastica. Lo studio si è concentrato sulle scuole medie ed elementari del capoluogo
FOGGIA - Un'analisi sulla devianza minorile, compiuta dalla questura di Foggia, consente di correlare il fenomeno all'evasione scolastica. Negli ultimi mesi - è detto in una nota - si è concentrata l'attenzione sull'evasione scolastica nelle scuole elementari e medie del capoluogo, e si è constatato che «già nelle scuole medie i numeri relativi all'evasione-dispersione non sono irrilevanti». I casi segnalati dalle scuole - dieci da quelle elementari, 32 da quelle medie - sono stati denunciati alla magistratura ed ai servizi sociali «perchè possano coadiuvare nell'opera di contenimento della dispersione scolastica, soprattutto in riferimento ai nuclei familiari a rischio». La polizia ha stabilito che «particolarmente allarmante risulta l'evasione scolastica nelle scuole elementari: si tratta quasi sempre di situazioni familiari ad estremo rischio». Nelle scuole superiori, l'abbandono scolastico, «non di rado, può essere legato all'uso delle così dette 'droghe leggere', che inducono i ragazzi all'apatia e alla difficoltà di concentrazione». Oltre all'attività, la questura foggiana «avverte la necessità di sollecitare anche le famiglie a vigilare sul percorso di studio dei figli, sul loro rendimento e comportamento scolastico, perchè spesso può essere la sola di più gravi problemi». «Importanti sono infine - conclude la nota - le operazioni di contrasto di sfruttamento di minori stranieri nell'accattonaggio e le relative segnalazioni per imporre l'obbligo scolastico anche a questi bambini, che in tal modo ricevono una effettiva tutela».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400