Martedì 19 Febbraio 2019 | 09:52

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Altamura - Tassi di usura al 1200%

I finanzieri hanno arrestato Giuseppe Carlucci, alias «U Conte», in un'operazione che in omaggio al soprannome dell'arrestato, è stata denominata «I Conti del Conte»
ALTAMURA - Aveva organizzato un vero e proprio giro di usura concedendo prestiti ad imprenditori in difficoltà e pretendendo poi «tassi» anche del 1200 per cento. A tradirlo è stato un tenore di vita ben al di sopra delle sue possibilità, almeno di quelle dichiarate al fisco. E così è stato incastrato Giuseppe Carlucci, alias «U Conte», 56 anni, di Altamura. L'uomo è stato arrestato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Bari, e del Comando Brigata di Altamura al termine di indagini complesse che hanno impegnato anche i militari del Gruppo Repressioni Frodi.
L'operazione, in omaggio al soprannome dell'arrestato, è stata denominata «I Conti del Conte».


Le complesse ed articolate indagini sono state eseguite anche con l'ausilio di mezzi tecnici, deroghe al segreto bancario e perquisizioni domiciliari. L'indagine era partita dopo una serie di controlli nei confronti di Carlucci, il quale ostentava un tenore di vita incompatibile con la sua apparente posizione economica.
Le indagini hanno accertare che a Carlucci facevano riferimento numerose vittime di usura, in particolare imprenditori in difficoltà economiche e che, per motivi diversi, non potevano accedere a canali di finanziamento ufficiali.
I finanzieri hanno scoperto consistenti movimenti finanziari sui conti correnti bancari intestati a Carlucci, nell'ordine di 700mila euro, arrivati da somme concesse in prestito e poi pretese in restituzione con l'applicazione di tassi di interesse percentuali annui, che talvolta raggiungevano il 1200 per cento.
Con l'arresto di Carlucci sono scattate le denunce per altre quattro persone per concorso, favoreggiamento personale ed estorsione. Il provvedimento di custodia cautelare in carcere è stato filmato dal gio del Tribunale di Bari, Chiara Civitano, su richiesta del pm Giuseppe Dentamaro che ha coordinato le indagini.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400