Sabato 16 Febbraio 2019 | 11:59

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
TarantoIn via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
MateraComune
Da Matera all'Aeroporto con bus navetta: siglato accordo

Da Matera all'Aeroporto di Bari con bus navetta: siglato accordo

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
LecceIn via Giammatteo
Lecce, si fingono poliziotti e rapinano ristoratore: via con la fuoriserie

Lecce, si fingono poliziotti e rapinano ristoratore: via con la fuoriserie

 
BariRunning heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Albanese in fuga fermato a Bari

Coinvolto in un'inchiesta per tratta di schiave, anche minorenni dall'Est Europa, era fuggito da Genova ed ha cercato di imbarcarsi per Durazzo dal porto pugliese
GENOVA - Un albanese di 24 anni coinvolto in una inchiesta per la tratta di schiave dei paesi dell' Est Europa, è stato bloccato ieri sera, e posto in stato di fermo, mentre si imbarcava su un traghetto a Bari dai carabinieri di Genova Sampierdarena e dalla polizia di frontiera della città pugliese.
L'uomo, diretto a Durazzo, aveva lasciato Genova ieri per sfuggire agli investigatori, che hanno arrestato già 11 persone con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di persone ridotte in stato di schiavitù.
Si tratta di extracomunitari che commerciavano in giovani e avvenenti ragazze romene, anche minorenni, avviate alla prostituzione in Liguria e nel basso Piemonte.
Ieri, i carabinieri hanno annunciato di avere liberato 15 ragazze ospitate in appartamenti di varie quartieri di Genova.
Gli undici ordini di custodia cautelare erano stati emessi dal gip di Genova su richiesta del sostituto procuratore della repubblica Nicola Piacente che ha diretto l'inchiesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400