Domenica 19 Maggio 2019 | 19:31

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceQuesta mattina
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro: 17enne contusa. Martedì atteso Salvini

 
BatIl diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Cerignola - Giovane spara allo zio nel centro cittadino

Secondo gli investigatori ha fatto fuoco Francesco De Luca, 28 anni, fermato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, poco dopo la vicenda. Due fatti di sangue in due giorni. Cittadinanza scossa
CERIGNOLA - Ancora sangue in città. C'è stato un agguato, questo pomeriggio poco dopo le 18, in via Dalmazia, a pochi metri dalla Villa Comunale. La vittima è un parcheggiatore del posto, Gerardo Grillo, di 40 anni, ferito con due colpi di fucile calibro 12 alle gambe.
A sparare sarebbe stato il nipote della vittima, Francesco De Luca, di 28 anni, fermato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, poco dopo essere fuggito dal luogo dell'agguato in sella ad uno scooter.
Grillo sarebbe stato soccorso da alcuni passanti e trasportato all'ospedale Tatarella, del centro ofantino, dove, secondo alcuni accertamenti, le sue condizioni non destano preoccupazioni.
Secondo la prima ricostruzione, De Luca avrebbe tentato di uccidere Grillo per una lite scoppiata ieri sera.
L'episodio è avvenuto dopo che ieri, un'altra vicenda di sangue ha scosso Cerignola e i suoi abitanti. Infatti, il titolare di un'autoconcessionaria, Antonio Sorrenti, ha ucciso il pregiudicato Leonardo Di Tommaso, di 38 anni, perché quest'ultimo avrebbe preteso un pizzo di 1000 euro al mese da lui.
In due giorni si sono registrati quindi un omicidio e un tentato omicidio.
Cerignola quindi, non può più dirsi una "tranquilla" cittadina, oggi ancora più di ieri ma, può soltanto sperare che questa tendenza del farsi giustizia da soli, con le armi, finisca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400