Lunedì 20 Maggio 2019 | 19:37

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
BariElezioni in vista
Comunali a Bari, Sasso: Lega toglierà il silenziatore a Di Rella

Comunali a Bari, Sasso: «Salvini toglierà il silenziatore a Di Rella»

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
TarantoIl caso
Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

Ambiente e territorio, risorsa per lavorare

Se ne è parlato in un seminario organizzato a Bari dal consorzio universitario Uni.Versus. «Il no-profit, l'impresa sociale, l'economia solidale e il rispetto per l'ambiente sono le nuove frontiere del mercato del lavoro»
BARI - Si parte dal territorio come risorsa, per avviare politiche di difesa dell'ambiente che creino lavoro e sviluppo sociale e culturale. Lo scenario d'insieme non rappresenta niente di nuovo se non fosse che quando si parla di progettualità ambientale i tempi si dilatano in una programmazione talmente lunga che diventa infruttuosa per la stragrande maggioranza dei politici locali.
«Non è facile riuscire a far dialogare i diversi interlocutori - spiega Ettore Ruggiero, direttore del consorzio universitario Uni.Versus - purtroppo i decisori politici non amano occuparsi di progetti con scadenze più lunghe rispetto alle loro legislature, come è appunto una programmazione ambientale».
L'occasione per sedersi tutti intorno al tavolo per fare il punto della situazione e confrontare buone prassi è venuta da un seminario organizzato proprio da UniVersus su «Occupazione e impresa sociale: il territorio come risorsa», che è riuscito a coordinare 22 partner regionali, tra gli altri: le provincie di Bari, Foggia, Lecce e Taranto, Legambiente, Italia nostra onlis, il Parco del Gargano, l'Università di Bari e Lecce, Lipu, Wwf, la Banca popolare di Bari, Coonfcoperative Puglia e il consorzio Elpendù.
«Il no-profit, l'impresa sociale, l'economia solidale e il rispetto per l'ambiente sono le nuove frontiere del mercato del lavoro - sottolinea Ettore Ruggiero - quello che è difficile è far dialogare tra loro i vari soggetti coinvolti. Spesso manca la reale conoscenza delle questioni sul tappeto, una programmazione condivisa, mentre lo sviluppo sostenibile è un motore reale della nuova crescita».

Il seminario di oggi è il momento conclusivo di un piano di crescita finanziato grazie all'iniziativa comunitaria Equal 4e, con l'obiettivo di promuovere e rafforzare lo sviluppo delle organizzazioni no-profit in campo ambientale, attraverso la creazione di una nuova economia solidale. Lo sforzo è finalizzato a realizzare percorsi formativi tesi a creare competenze ambientali e manageriali da spendere nel Terzo settore e favorire la nascita di nuove imprese «verdi» al fine di incrementare e migliorare gli eco-lavori ed eco-servizi.
«I primi risultati che abbiamo ottenuto sono il riuscire a costruire una rete operativa tra gli attori che sul territorio si occupano di sviluppo sostenibile - riferisce Ruggiero - inoltre abbiamo elaborato 3 rapporti di ricerca sul fabbisogno delle ecoprofessioni ed ecoservizi delle imprese pugliesi. In più nell'ambito della rete di sostegno per chi vuole fare impresa «verde», sono stati avviati 5 sportelli Ambiente e Lavoro nelle province di Bari, Foggia, Lecce, Taranto e Parco nazionale del Gargano che forniscono supporto operativo agli aspiranti imprenditori; è stata costituita una cooperativa sociale di tipo A, la Ulixes e la Banca popolare di Bari, nostra partner nell'iniziativa, fornisce un pacchetto agevolato per il credito rivolto all'impresa sociale».

Parte del progetto è stato anche realizzare un sito web specifico (www.noprofitpuglia.it) come strumento di informazione continua sul no-profit e lo sviluppo sostenibile.

Rita Schena

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400