Lunedì 20 Gennaio 2020 | 18:51

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

 
GdM.TVLotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: chiedevano 100mila euro a imprenditore, tre fermi

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Baby-gang sgominata ad Andria

Quattro giovani del luogo, tra cui due di 17 anni, ritenuti responsabili di una trentina di rapine a farmacie e negozi della cittadina pugliese
ANDRIA (BARI) - E' ritenuta responsabile di aver compiuto una trentina di rapine a farmacie ed esercizi commerciali di Andria una banda composta da quattro giovani del luogo, tra cui due diciassettenni. Tre di loro, tra cui i diciottenni Nicola Carbone e Michele Di Bari, sono stati arrestati; l'altro minorenne è stato denunciato: nei confronti di tutti sono state eseguite ordinanze di custodia cautelare con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al compimento di rapine.
La polizia ha accertato che i quattro - autori di tutte le rapine compiute in città tra la metà di aprile e la fine di maggio - si ritrovavano per strada la sera e solo allora decidevano dove colpire: i luoghi preferiti erano le farmacie, ma numerose volte sono state prese di mira tabaccherie, pizzerie e supermercati. Due di loro facevano irruzione nei locali indossando passamontagna e mentre uno intimava il 'mani in alto', l'altro si impossessava del registratore di cassa contenente l'incasso della giornata; gli altri giovani attendevano fuori a bordo di motorini sui quali i quattro fuggivano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie