Domenica 19 Gennaio 2020 | 07:56

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPer Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
BatIl caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
LecceMoria di tartarughe
Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

 
TarantoI controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
FoggiaLe ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 
MateraL'annuncio
Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

 

i più letti

Pistoia, podisti baresi aggrediti: le scuse del sindaco

Invito agli atleti ed al primo cittadino di Bari «affinchè dalla violenza nasca una nuova amicizia»; così il sindaco della città toscana dopo l'aggressione di tipo razzistico denunciata dagli atleti baresi all'ultramaratona Pistoia-Abetone
FIRENZE - Gli atleti e il sindaco di Bari sono stati invitati a Pistoia, «affinchè dalla violenza nasca una nuova amicizia», dal sindaco della città toscana, Renzo Berti, che risponde così all'episodio di aggressione di tipo razzistico denunciato da un gruppo di atleti baresi che il 27 giugno scorso erano giunti in Toscana per partecipare all'ultramaratona Pistoia-Abetone.
Berti, che ha condannato l'episodio anche a nome del presidente della Provincia, Gianfranco Venturi, ha anche offerto agli atleti baresi l'iscrizione gratuita alla prossima edizione della corsa.
La notizia della denuncia è stata data ieri da Bari. I podisti hanno raccontato di essere stati accolti in piazza del Duomo, a Pistoia, da insulti per la loro provenienza, ben evidenziata da una scritta sulle magliette, e di essere poi stati aggrediti fisicamente con pugni e calci da una ventina di persone.
Berti, ha scritto al suo collega di Bari, Michele Emiliano, per scusarsi a nome della città di Pistoia. «Si tratta di un episodio di tipo razzistico a cui la nostra città non è affatto abituata e ciò rappresenta per me motivo di doppio rammarico - ha scritto Berti ad Emiliano -. Voglio perciò porgerti, a nome mio personale e di tutti i cittadini pistoiesi, le mie più sentite scuse. Vorrei anche invitare gli atleti a non dar seguito al loro comprensibilissimo dispiacere e al proposito di non partecipare più in futuro alla manifestazione podistica Pistoia-Abetone. Se avranno l occasione di venire a Pistoia prima, sarò felice di riceverli nel mio ufficio e di accompagnarli per una visita guidata alla nostra città».
«Spero quindi - conclude il sindaco di Pistoia - che ciò che è avvenuto possa diventare invece occasione per rinsaldare un'amicizia e una comunanza, che si sostanzia nella presenza a Pistoia di numerosi cittadini che provengono dalla Puglia e che possiamo presto superare insieme quell' episodio, magari di fronte ad alcuni dei prodotti tipici di questa zona, che saremo lieti di offrirvi durante un incontro conviviale al quale mi auguro che anche tu personalmente vorrai prendere parte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie