Lunedì 27 Gennaio 2020 | 09:33

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa novità
Cerignola, ragazze «curvy» in passerella: ecco l’altra moda

Cerignola, ragazze «curvy» in passerella: ecco l’altra moda

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 
BariLa novità
Bari, al Museo «c'è un morto»: ecco il gioco virtuale di 5 giovani informatici

Bari, al Museo «c'è un morto»: ecco il gioco virtuale di 5 giovani informatici

 
BariL'inchiesta
Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

 
BrindisiL'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Taranto - Truffa da mezzo milione ai danni dell'Inps

Tre le aziende coinvolte, gli imprenditori non versavano i contributi previdenziali ed assistenziali a favore del personale dipendente, inoltre trattenevano indebitamente le ritenute previdenziali ed assistenziali

TARANTO - Le truffe previdenziali nel settore agricolo e l'evasione contributiva delle aziende sono i fenomeni delinquenziali tra i più diffusi nella provincia tarantina.
E' di oggi la conclusione di una serie di indagini, condotta dai Carabinieri (Nucleo ispettorato del Lavoro) di Taranto, indirizzate nei confronti di tre aziende operanti nel settore edile. Stesse indagini che, rafforzate da diverse ispezioni nei cantieri edili della provincia, hanno reso evidente la continua evasione contributiva, all'ispezione dei carabinieri del Nil le tre aziende non sono risultate in regola con i versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore del personale dipendente.

E' stato accertato, inoltre, che alcune di queste aziende, oltre l'evasione previdenziale, hanno trattenuto indebitamente le ritenute previdenziali ed assistenziali operate sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori dipendenti, omettendo di versarle all'INPS per trattenerle indebitamente nella disponibilità delle proprie attività.
Per questo i responsabili, avendo inoltre perpetrato uno specifico reato penale, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto.
Il risultato odierno ha consentito di accertare che l'evasione ammonta ad oltre mezzo milione di euro, completamente recuperati attraverso le procedure amministrative previste.
Questa ultima operazione portata a termine dal Nil segue la conclusione di un'altra analoga attività investigativa, appena conclusasi, che ha condotto alla denuncia di tre imprenditori ed il recupero di circa un milione e mezzo di euro di contributi evasi.
P. L.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie