Sabato 18 Gennaio 2020 | 10:24

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa denuncia
Omofobia a Potenza: Giulia picchiata in strada da teppisti

Omofobia a Potenza: Giulia picchiata in strada da teppisti

 
HomeMafia
Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

 
BariIl video
Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del «Travel Show» del The New York Times

Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del The New York Times

 
BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Faida del Gargano - Altri due arresti

Si tratta di Luciano Argentino fermato a San Marco in Lamis, ritenuto esponente del presunto clan Di Claudio-Mancini, ed al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari, e Giuseppe Lombardi catturato a Manfredonia (Foggia), vicino al clan Libergolis-Romito
FOGGIA - Altre due persone ricercate dalla settimana scorsa nell'ambito dell'operazione che ha sgominato le famiglie che da oltre 30 anni avevano dato vita alla faida del Gargano sono state arrestate dai carabinieri. Si tratta di Luciano Argentino, di 22 anni, fermato a San Marco in Lamis (Foggia), ritenuto esponente del presunto clan Di Claudio-Mancini, ed al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari, e Giuseppe Lombardi, di 51, catturato a Manfredonia (Foggia), ritenuto vicino al clan Libergolis-Romito.
I due sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, traffico di stupefacenti, porto e detenzione di armi, estorsione ed omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie