Venerdì 24 Gennaio 2020 | 18:17

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
LecceGiornata della Memoria
Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
FoggiaIl caso
Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

 
Tarantola denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
PotenzaDopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Trani - Banda dei Tir, 17 arresti

Un'organizzazione perfetta: ripulivano i camion di notte, quando i camionisti dormivano in cabina. Il furto era scoperto solo quando si giungeva a destinazione o nel porto d'imbarco, ma la merce era già stata venduta
TRANI - Colpivano di notte, quando i camionisti dormivano in cabina. In pochi minuti i loro camion venivano ripuliti della merce trasportata, ma il furto era scoperto solo quando si giungeva a destinazione o nel porto d'imbarco.
Troppo tardi, perché nel frattempo la refurtiva era stata già smerciata per la ricettazione attraverso canali collaudati, a seconda della merce rubata: elettrodomestici, generi alimentari, capi d'abbigliamento, scarpe, casalinghi ed altro ancora.
Dal furto al commercio della merce passavano solo poche ore.
Un'organizzazione perfetta, dove ciascuno aveva un ruolo specifico, che è stata smantellata all'alba di stamattina quando su provvedimento del Gip del Tribunale di Trani Antonio Lovecchio, gli agenti della polizia giudiziaria, della polizia stradale di Bari, dei commissariati di Andria e Bitonto e del reparto prevenzione crimine di Puglia e Calabria, hanno arrestato 17 persone (una diciottesima è latitante), sequestrando, inoltre, una pistola, centinaia di munizioni, nonché casalinghi e capi d'abbigliamento ritenuti rubati.
L'inchiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Trani Giuseppe Maralfa, denominata «Aree Sicure» ha ricostruito una lunga sequela di furti perpetrati nelle aree di servizio autostradali dell'A/14, anche fuori regione nonostante il quartier generale dell'organizzazione fosse Andria.
Il valore della merce rubata è di un milione di Euro.
I reati contestati vanno dall'associazione a delinquere alla ricettazione per furti commessi da Ottobre a Marzo.
In manette sono finiti: Savino Abbasciano, Giuseppe Cafieri, Michele Caterino, Francesco Di Chio, Cosimo Fucci, Armando Lomuscio, Matteo Losito, Domenico Pistillo e Sabino Roberto di Andria, Francesco Bartolo, Francesco Diomede, Saverio Magaletti e Angelo Corinna, di Bari, Ilarione De Vincenzo e Francesco Sgroni, di Bisceglie, Ferdinando Valentino, di Cerignola, Antonio Murgolo di Bitonto, quest'ultimo detenuto ai domiciliari.
Antonello Norscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie