Martedì 13 Novembre 2018 | 17:41

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

"Il mondo di Patty" domani sarà a Bari

Arriva a Bari, al Teatroteam dal 2 al 3 gennaio 2010, «Il mondo di Patty», soft-musical che sta sbancando i botteghini di tutt’Italia, raccontando le avventure di una ragazzina all’inizio bruttina, che poi diventa la star di un suo piccolo mondo. La storia di per sé non è poi così originale, somiglia a quella del brutto anatroccolo, ma la tredicenne con le treccine bionde, con gli occhi nocciola, un grande sorriso, con o senza l’apparecchio per i denti, è un piccolo cult
• La Befana porta a Taranto tre spettacoli
"Il mondo di Patty" domani sarà a Bari
di OSVALDO SCORRANO 
Arriva a Bari, al Teatroteam dal 2 al 3 gennaio 2010, Il mondo di Patty, soft-musical che sta sbancando i botteghini di tutt’Italia, raccontando le avventure di una ragazzina all’inizio bruttina, che poi diventa la star di un suo piccolo mondo. La storia di per sé non è poi così originale, somiglia a quella del brutto anatroccolo, ma la tredicenne con le treccine bionde, con gli occhi nocciola, un grande sorriso, con o senza l’apparecchio per i denti, a seconda delle esigenze sceniche , è un piccolo cult. 

Tutto nasce dalla televisione argentina , patria riconosciuta delle telenovelas , dove «Patito Feo» (Il brutto anatroccolo) - titolo originale – va in onda dal 2007 senza conoscere crisi di audience. In Italia la prima serie di telefilm va su Italia 1 in prima serata, mentre la seconda è prevista su Disney Channel da gennaio. A interpretare l’idolo delle giovanissime è un’altra teen star, Laura Esquivel, 15 anni, capelli lunghi strisciati di biondo con discrezione, una piccola grande diva che ama Laura Pausini e Celine Dion, che studia l’italiano da cinque mesi per non sfigurare nei nostri teatri dove proporrà «Il mondo di Patty», catturando l’attenzione delle adolescenti, e non solo, ribaltando i classici canoni e soprattutto, le aspirazioni, da ragazza-copertina. 

Laura /Patty arriva sul palcoscenico per abbandonare la virtualità dello schermo e mettersi in gioco davvero, potendo contare sulla regia di Toto Vivinetto, le coreografie di Rary Lo Cicero e Thomas Signorello. «Recitare nel musical - racconta la Esquivel - è molto diverso da quello da quello che faccio nelle registrazioni per il telefilm. Ho dovuto superare numerose difficoltà, sia tecniche, come tempi e durata della scena, che emotive, ma adoro esibirmi dal vivo . E’ molto divertente e ti consente di sentire lì emozione della gente. Non pensavo fosse così forte». 

Concepito come uno spettacolare concerto pop, con coreografie mozzafiato, canzoni della serie televisiva e tante sorprese , il musical punta l’attenzione sulla competizione tra le ragazze della Pretty Land School of Arts per la gara di danza di fine anno. A contendersi il titolo sono «Las Populares », capeggiate dalla «bruttina» Patty e «Las Divinas», che hanno la loro leader nella bella e ambiziosa Antonella, interpretata da Beatrice Baldaccini. A scontarsi non sono solo talenti canori e coreografie, ma diversi modelli di vita, da un lato quello più alla mano di Patty, dall’altro quello fashion di Antonella. Nel mezzo, come in ogni spettacolo per teenager che si rispetti, i primi batticuore. A dividere, infatti, le due ragazze è anche l’amore per Mattias , interpretato da Flavio Gismondi. 

«Patty – prosegue Laura Esquivel - è un personaggio che piace molto, perché trasmette un messaggio importante, dimostrando che la vera bellezza non è quella esteriore, ma quella che viene dal cuore. La storia del musical fa un passo indietro rispetto alla fiction, andare a ritroso è stato come rileggere un diario. Patty è sempre la stessa, ma qui ci sono tante sorprese e novità». Patty va alla conquista del suo sogno: «Io sono diversa –conclude la Esquivel - . Siamo entrambe sensi sibili, ma lei piange spesso, io lotto per le mie aspirazioni. Ho fatto tanto per arrivare qui e voglio continuare così».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400