Domenica 23 Febbraio 2020 | 00:35

Il Biancorosso

Calcio
Bari, mister Vivarini srpona i suoi prima della trasferta contro la Cavese: «Siamo nel momento clou del torneo»

Bari, mister Vivarini sprona i suoi: «Siamo nel momento clou del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiasos sicurezza
Foggia, nelle campagne torna il Far West

Foggia, nelle campagne torna il Far West

 
Barila decisione
Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

 
BatTragedia sfiorata
Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

 
BrindisiIl caso
«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

 
PotenzaI controlli
Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

 
Tarantol'illustrazione
Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

Diodato nella sua Taranto: lunedì attestato benemerenza dal Comune

 
LecceNel Salento
Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

 
Materanel Materano
Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

 

i più letti

Ok del Ministero al risanamento del Mar Piccolo

Stanziati 26 milioni di euro. L'accordo prevede attività di caratterizzazione e di bonifica dei sedimenti su un'area marina antistante la costa meridionale del Primo Seno del Mar Piccolo
ROMA - Via libera al recupero ambientale di Taranto. Si parte dal Mar Piccolo con 26 milioni di euro stanziati dal Cipe per il risanamento e lo sviluppo sostenibile di quest'area.
Il ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio ha firmato oggi con il ministero dell'Economia e delle Finanze e il Commissario Delegato per l'Emergenza Ambientale-Presidente della Regione Puglia un nuovo «Accordo di Programma Quadro», che ha come obiettivo la riqualificazione ambientale del Mar Piccolo di Taranto e il suo sviluppo economico e sociale.
«Si tratta - ha detto il ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Altero Matteoli - di uno stanziamento importante che dovrà servire a bonificare una vasta area altamente inquinata. L'obiettivo a medio termine dell'operazione è quello di realizzare le condizioni per il rilancio non solo ambientale ma anche socio-economico dell'area, con una importante ricaduta turistica».
In particolare, l'Accordo prevede attività di caratterizzazione e di bonifica dei sedimenti su un'area marina antistante la costa meridionale del Primo Seno del Mar Piccolo. Si tratta di intervenire su una superficie pari a 170 ettari, sede sino a tempi recenti di attività cantieristiche ed oggetto di pesante contaminazione da inquinanti di elevata pericolosità. L'obiettivo immediato - riferisce il ministero dell'Ambiente - è quello di riportare la qualità dei sedimenti presenti nel sito a valori tali da consentire in piena sicurezza gli attuali usi di molluschicoltura e ittiocoltura.
«La firma dell'Accordo - spiega il ministero - assicura l' azione coordinata ed integrata delle Amministrazioni statali, della Struttura commissariale, della Regione e di tutti gli altri soggetti pubblici e privati coinvolti». Gli interventi verranno attuati dal Commissario Delegato per l'Emergenza Ambientale-Presidente Della Regione Puglia che si avvale di Sviluppo Italia S.p.a. sulla base di una convenzione già firmata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie