Sabato 16 Febbraio 2019 | 22:26

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Nardò - Ex camionista si finge terapeuta

Aperto uno studio in provincia di Lecce si faceva pagare 100 euro a visita. Somministrava insulina a pazienti ignari che aveva solo la licenza elementare
LECCE - Un sessantatreenne ex camionista di Fano è stato denunciato dai carabinieri di Nardò per esercizio abusivo della professione medica e truffa aggravata.
L'uomo, con precedenti per bancarotta fraudolenta, truffa, circonvenzione d'incapace ed altri reati, domiciliato a Porto Cesareo, aveva avviato un'attività di psicoterapeuta in un appartamento di Nardò senza averne alcun titolo.
A quanto pare l'uomo metteva in atto una strategia consolidata in base alla quale operava stabilmente in un luogo per un periodo ben determinato trascorso il quale si spostava altrove. Da circa un anno nel Salento eseguiva consulenze chiedendo circa 100 euro a visita. I carabinieri nel suo studio hanno anche trovato trentatrè siringhe di insulina che probabilmente avrebbe somministrato ai suoi pazienti ignari che l'unico titolo in possesso del finto professionista era la licenza elementare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400