Sabato 18 Gennaio 2020 | 06:36

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Missione Arcobaleno, interrogato Barberi

L'ex sottosegretario della Protezione civile ha contestato al pm barese Marco Dinapoli le accuse di associazione per delinquere, abuso d'ufficio e attentato agli organi costituzionali
BARI - Ha dato una spiegazione alternativa dei fatti che la magistratura barese gli contesta e su ogni singola circostanza ha indicato fatti e circostanze a proprio discarico: si è difeso così davanti al procuratore aggiunto del Tribunale di Bari, Marco Dinapoli, l' ex sottosegretario della Protezione civile Franco Barberi, che ha chiesto e ottenuto oggi di essere interrogato alla presenza del suo legale, avv.Francesco Petrelli.
L' interrogatorio è durato due ore e si è concluso nel primo pomeriggio. Con i giornalisti presenti in Procura l' ex sottosegretario non ha voluto parlare: «Chiedete al pm», ha detto laconicamente.
A quanto è dato sapere, Barberi ha contestato le accuse di associazione per delinquere, abuso d' ufficio e attentato agli organi costituzionali contenute nell' avviso di conclusione delle indagini che gli è stato notificato. Su quest' ultimo reato - a quanto si è saputo - si è difeso sostenendo che egli non ha voluto in alcun modo esercitare pressioni sui consulenti dei ministri per la nomina di uno dei componenti del Consiglio direttivo dell' allora costituenda Agenzia per la Protezione civile. Ha poi insistito spiegando che la costituzione dell' Agenzia era un fatto molto importante per il Paese perchè era l' unico modo efficiente per poter gestire la Protezione civile. Ha quindi sostenuto di aver agito per il bene del Dipartimento.
Barberi si è poi chiamato fuori dalla presunta associazione per delinquere che - secondo l' accusa - avrebbe gestito una serie di appalti tramite la società 'no profit' Cesar che, secondo l' accusa, ha fatto capo a uomini del Dipartimento della Protezione civile.
Spetterà ora al procuratore aggiunto Dinapoli verificare la solidità delle accuse che il pm inquirente, Michele Emiliano, aveva contestato all' ex sottosegretario al termine delle indagini preliminari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie