Sabato 18 Gennaio 2020 | 10:19

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa denuncia
Omofobia a Potenza: Giulia picchiata in strada da teppisti

Omofobia a Potenza: Giulia picchiata in strada da teppisti

 
HomeMafia
Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

Foggia, lo Stato contro la criminalità: in arrivo a febbraio 20 investigatori

 
BariIl video
Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del «Travel Show» del The New York Times

Bari, Nunzia Caputo e le sue orecchiette sui canali del The New York Times

 
BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Ilva di Taranto: presto assunzioni

Il legale rappresentante dello stabilimento, Claudio Riva, ha dichiarato che «Non ci saranno tagli nello stabilimento Ilva di Taranto», anzi è possibile che ci siano nuove assunzioni
BARI, 5 maggio 2004 - «Non ci saranno tagli nello stabilimento Ilva di Taranto», anzi è possibile che ci siano nuove assunzioni. Lo ha detto il legale rappresentante dello stabilimento, Claudio Riva, oggi a Bari dove ha partecipato ad un incontro negli uffici della presidenza della Regione Puglia. La riunione era stata convocata dal presidente della Regione, Raffaele Fitto, per verificare lo stato di attuazione del secondo atto di intesa siglato il 27 febbraio scorso tra l'Ilva, la Regione, i Comuni di Taranto e Statte, le organizzazioni sindacali, la Provincia di Taranto per interventi diretti al miglioramento dell' impatto ambientale derivante dall'Ilva sul territorio.

«Nel 2002 - ha detto Riva - è stato un momento culmine di rottura; nel 2002 c'è stato un messaggio, che è stato colto, forse non immediatamente, da tutti e cioè che se si andava avanti a lavorare in questa maniera l'insediamento industriale di Taranto non avrebbe avuto futuro».
«Dopodichè - ha proseguito Riva - tanta gente di buona volontà si è messa a lavorare per cercare di trovare un metodo per far sviluppare l'industria Ilva nel rispetto e nella convivenza con la città». «Se l'Ilva si sviluppa - ha concluso Riva - sicuramente ci saranno nuove assunzioni, probabilmente più delle tante che ci sono state fino ad ora».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie