Venerdì 22 Gennaio 2021 | 21:26

NEWS DALLA SEZIONE

la storia
Da Gioia gli «angeli» del cielo: «Così abbiamo salvato i due alpinisti bloccati dal gelo»

Da Gioia gli «angeli» del cielo: «Così abbiamo salvato i due alpinisti bloccati dal gelo»

 
questa mattina
Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

 
L'iniziativa
Foggia, i militari dell'Artiglieria dell'Esercito donano 320 chili di alimenti a mensa dei poveri

Foggia, i militari dell'Artiglieria dell'Esercito donano 320 chili di alimenti a mensa dei poveri

 
solidarietà
Foggia, Esercito impegnato nel sociale: gli artiglieri donano 320 kg di generi di prima necessità ai poveri

Foggia, Esercito impegnato nel sociale: artiglieri donano 320 kg di generi di prima necessità ai poveri

 
La novità
Aeronautica, a Galatina arrivano i primi due velivoli T-345A

Aeronautica, a Galatina arrivano i primi due velivoli T-345A

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

BONIFICA FONDALI

L'attività Marina militare-Esercito
Molfetta, rimossi 53 ordigni inesplosi

Le operazioni svolte dai palombari in acqua e dagli artificieri nelle cave

L'attività Marina militare-Esercito Molfetta, rimossi dal mare 53 ordigni inesplosi

Sono vecchi residuati bellici, ma ancora molto pericolosi perché possono esplodere e provocare molti danni. Come quelli carichi di iprite. In un solo mese i palombari della Marina militare hanno dovuto recuperare e neutralizzare 1.331 ordigni inesplosi. L’allarme è scattato in diverse zone d’Italia: da Molfetta a Verona, da Cagliari a Genova, passando per Caltanissetta e Sassari. Interventi d’urgenza che hanno richiesto un accurato lavoro in profondità e per il qualche è stato necessario l’intervento degli specialisti del Comsubin. Nella zona di Molfetta gli artificieri hanno recuperato e consegnato agli artificieri dell'Esercito che hanno provveduto a distruggerli 53 ordigni mentre nel Golfo di Cagliari è stata recuperata una piccola santabarbara con 21 spolette e quasi 1400 proiettili. Intorno all’isola del Trimelone, all’interno del lago di Garda, i palombari hanno rimosso 267 residuati bellici, tra cui bombe a mano, granate di diverso calibro, bombe da fucile, spolette e detonatori, mentre in Liguria sono state neutralizzate due grosse mine tipo P200 della seconda guerra mondiale rinvenute dai sommozzatori della Guardia di Finanza ad Arenzano e Camogli. Altri interventi di bonifica sono ancora in corso e si aggiungono a quelli svolti anche nel 2018, che hanno consentito di recuperare qualcosa come 45 mila ordigni.

I comandanti dei ulceri Sdai della Marina raccomandano a "chiunque dovesse imbattersi in oggetti con forme simili a quelle di un ordigno o parti di esso, di non toccarli o manometterli in alcun modo, denunciandone il ritrovamento, il prima possibile, alla locale Capitaneria di Porto o alla più vicina stazione dei Carabinieri, così da consentire ai palombari di Comsubin di intervenire e ripristinare le condizioni di sicurezza del nostro mare"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie