Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 14:52

NEWS DALLA SEZIONE

questa mattina
Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

Corato, straniero dà in escandescenza in pieno centro: intervengono due militari dell'Esercito e lo bloccano

 
L'iniziativa
Foggia, i militari dell'Artiglieria dell'Esercito donano 320 chili di alimenti a mensa dei poveri

Foggia, i militari dell'Artiglieria dell'Esercito donano 320 chili di alimenti a mensa dei poveri

 
solidarietà
Foggia, Esercito impegnato nel sociale: gli artiglieri donano 320 kg di generi di prima necessità ai poveri

Foggia, Esercito impegnato nel sociale: artiglieri donano 320 kg di generi di prima necessità ai poveri

 
La novità
Aeronautica, a Galatina arrivano i primi due velivoli T-345A

Aeronautica, a Galatina arrivano i primi due velivoli T-345A

 
La cerimonia
Taranto, ecco i nuovi 24 sommergibilisti della Marina Militare

Taranto, ecco i nuovi 24 sommergibilisti della Marina Militare

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzadati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
Leccecontrolli dei CC
Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

Muro Leccese, arrestato pusher 39enne: aveva in casa eroina, hashish e denaro

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

LA POLEMICA

Missione Sophia, il nodo da sciogliere
è rappresentato dai porti utilizzabili

Trenta: "Solo se l'Italia non sarà l'unica ad accogliere si andrà avanti"

Missione Sophia, il nodo da sciogliereè rappresentato dai porti utilizzabili

"Sophia è un'operazione importante. Ma dovrebbe essere prolungata solo a una condizione: la clausola per la quale solo l'Italia è responsabile dell'accoglienza dei profughi salvati da Sophia non può restare. Altrimenti troverò un'altra soluzione". Lo dice iil ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, in un'intervista a due West. Trenta cita diverse possibili opzioni. A proposito della strage dei migranti sulle coste libiche afferma che l'Italia non può essere ritenuta responsabile e che l'Ue non debba guardare altrove. Fra le opzioni citate dal ministro per risolvere la questione Sophia, ci sono "una missione marittima della sicurezza che venga ampliata al Mediterraneo occidentale, dove ora la Spagna è la meta principale dei migranti". "Posso immaginare l'istituzione di porti liberi, quindi territori neutrali, sul suolo italiano dai quali i migranti vengano distribuiti direttamente nei paesi europei. Oppure una rotazione die porti di arrivo dei paesi dell'Unione, vicini al Mediterraneo. Queste proposte a Bruxelles le abbiamo già messe sul tavolo. I mezzi giuridici sussistono, se l'Ue vuole operare come una comunità".

Dalla Commissione Ue fanno sapere che "l'operazione Sophia è un successo, continua a dare risultati e gli Stati membri hanno sempre concordato su questo punto. Per questo motivo pensiamo debba proseguire. Ma la decisione è degli Stati membri, che forniscono i mezzi, e che ne discuteranno a fine marzo. Abbiamo bisogno di questi mezzi per adempiere agli obiettivi della missione". Il vero problema, legato indirettamente all'operazione, ma che deve essere risolto, è quello degli sbarchi. Su questo nodo la Commissione Ue aveva già fatto proposte di soluzione ai 28 nell'estate ma sono state rifiutate. 

Il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, chiede un chiarimento. E spiega che la Germania resta nella missione ma, finché non ci sarà un chiarimento, ritirerà le sue navi: "L'Italia ha il comando della missione e ha ordinato alle navi tedesche di ritirarsi negli angoli più remoti del Mediterraneo occidentale. Lì non ci sono flussi di migranti né c'è traffico di esseri umani. L'ultima volta che siamo riusciti a prendere dei profughi in mare risale ad aprile. In sostanza siamo costretti a rimanere in una posizione di attesa da moltissimi mesi".

 

Gli esperti, comunque, sostengo o che meno navi nel Mediterraneo centrale significano meno sicurezza per l'Europa perché aumenta il rischio che non arrivino solo i migranti, ma anche qualche cosa d'altro. Come le possibili infiltrazioni terroristiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie