Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 02:13

NEWS DALLA SEZIONE

AERONAUTICA MILITARE
In Puglia con l'esercitazione Elettratestate le capacità di telecomunicazione

In Puglia con l'esercitazione Elettra: testate le capacità di telecomunicazione

 
AERONAUTICA MILITARE
Dalla centrale operativa agli elicotteriEcco come funziona il soccorso aereo

Dalla centrale operativa agli elicotteri: ecco come funziona il soccorso aereo

 
MARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
ESERCITO
Nel poligono di Torre di Nebbia debutta il "Freccia" porta mortaio

Nel poligono di Torre di Nebbia debutta il "Freccia" porta mortaio

 
ESERCITO
Brindisi, c'è bisogno di sangueil 31° Reggimento in coda per donare

Brindisi, c'è bisogno di sangue: il 31° Reggimento in coda per donare

 
La terza edizione
Marina militare, entra nel vivo nel Castello Aragonese il Trofeo del mare

Marina militare, entra nel vivo nel Castello Aragonese il Trofeo del mare

 
ESERCITO
Altamura, al 7° reggimento bersaglieriarriva da Roma il colonnello Ventura

Altamura, al 7° reggimento bersaglieri arriva da Roma il colonnello Ventura

 
AERONAUTICA MILITARE
Gli F-35 d Amendola rischierati in Islandadebutto Nato per i jet di quinta generazione

Gli F-35 d Amendola rischierati in Islanda: debutto Nato per i jet di quinta generazione

 
MARINA MILITARE
A Taranto consegnati 23 nuovi brevettiSommergibilista, passione ultratecnologica

Taranto, consegnati 23 nuovi brevetti sommergibilista, passione ultratecnologica

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

L'INCHIESTA

Iraq, falde acquifere contaminate
nel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

Da Bassora "la Venezia della Mesopotamia" la protesta per la crisi idrica

Iraq, falde acquifere contaminatenel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

La Mesopotamia quando la vedi dall’alto ti sembra ancora più bella, epica e grandiosa di come ce l’hanno descritta al liceo. Le valli del Tigri e dell’Eufrate formano un’ampia pianura alluvionale; i due fiumi si avvicinano nei pressi di Bagdad, per poi nuovamente allontanarsi, separati da una bassa pianura paludosa, solcata da vari rami, bracci morti, antichi canali, argini per regolare le piene. Le acque dei due fiumi si uniscono poi nello Shatt al-’Arab, che sfocia nel Golfo Persico con un vasto delta creando una zona paludosa, ricca di palmeti.
Sullo Shatt al-’Arab, ad un centinaio di chilometri dal Golfo, situata sulla principale direttrice che collega il Mediterraneo e l'Asia sudoccidentale, sorge Bassora, il maggior porto del paese connesso per strada e per ferrovia con Baghdad. La Bassora vera e propria, estesa su alcuni canali collegati con lo Shatt al-’Arab è a sua volta suddivisa nella città vecchia, d'impronta tipicamente araba, una zona moderna ed il porto. La parte antica della città è nota come la “Venezia della Mesopotamia” per essere stata costruita sui canali dagli Arabi nel Settimo secolo. Nell’Estate del 2018 la città irachena è balzata agli onori della cronaca per la grave crisi idrica che l’ha colpita con sessantamila contagiati da acqua inquinata ed a elevato tasso di salinità. Negli antichi canali scorreva un flebile getto, malsano e fangoso, zampillante tra i rifiuti di ogni genere e tra le carcasse di animali. Se a questo si aggiunge che la città ha un clima torrido ed umido si comprende come in tale contesto le malattie infettive abbiano fatto avvertire la loro presenza contagiando anche il rappresentantedell'Unione Europea in Iraq, Ramon Blecua, giunto ad ottobre nella provincia meridionale per rendersi conto di persona della situazione.

L’ambasciatore di origine spagnola è stato costretto ad annullare una serie di appuntamenti ufficiali, tra cui la visita ad un progetto idrico, dopo aver accusato un malore dovuto all’inquinamento dell'acqua. Lo ha annunciato lo stesso diplomatico con  un messaggio sui social media. “Nel governatorato di Bassora la contaminazione delle falde acquifere è pari al 100 per cento, rendendo di fatto non potabile l'acqua presente nell'area” – riportava un dispaccio dell’agenzia Nova proprio in quei giorni. La crisi idrica è stata alla base delle proteste contro il governo ed hanno interessato tutta la provincia estendendosi fino alla capitale Baghdad. Il malcontento ha toccato il culmine a settembre con almeno quindici persone uccise ed oltre cento ferite negli scontri con la polizia. La mano pesante nella gestione della crisi è stata duramente criticata da tutte le più influenti voci dello scenario politico iracheno, non ultima quella della guida suprema della comunità sciita locale, ayatollah Ali al Sistani. La situazione dell’ordine pubblico si è talmente deteriorata che in città per alcuni giorni è stato imposto il coprifuoco; malgrado le misure eccezionali e la risposta decisa delle autorità le contestazioni popolari non si sono fermate. In televisione si sono viste scene paradossali: sulla folla, in preda all’arsura e febbricitante per la malattia, la polizia ha usato gli idranti; si spera almeno che siano stati caricati con acqua non contaminata.
     (1. continua)  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie