Giovedì 20 Settembre 2018 | 06:18

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

l'accordo tra Renzi e Pittella

Patto per la Basilicata a rilento
nessuna opera completata

Due terzi in corso di realizzazione o affidamento

Patto per la Basilicata a rilento nessuna opera completata

di PIERO MIOLLA

Nessuna opera completata, ma almeno due terzi di quelle previste in corso di realizzazione o, se non altro, in fase di affidamento. È questo, a grandi linee, lo stato dell’arte del cosiddetto «Patto per la Basilicata», l’imponente programma di opere pubbliche in svariati settori sottoscritto dall’ex premier Matteo Renzi con il governatore lucano Marcello Pittella. Un programma che, secondo gli esponenti di quella area politica, rappresenta un chiaro impegno per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della nostra regione, mentre per altri è un semplice libro dei sogni o, più semplicemente, un rimettere insieme opere che, in realtà, erano già state previste.

Comunque la si pensi, ad oggi qual è lo stato di avanzamento del Patto per la Basilicata? Al momento risulta (la fonte è la Regione Basilicata) che il 79 per cento degli interventi è allo stato dei lavori in corso, mentre un altro 15 per cento è in fase di progettazione e il 3 in fase di affidamento. A conti fatti, dunque, solo l’1 per cento degli interventi risulterebbe ancora da progettare, mentre un 2 per cento di opere, contemplando un raggruppamento di interventi, potrebbe a sua volta generare altri lavori. Tutto questo se si esaminano le opere da realizzare sotto il profilo del numero di interventi. Se, invece, si passa ad un esame in termini di milioni di euro, il 41 per cento delle opere (pari a 1 miliardo e mezzo di euro circa) è in fase di progettazione (parliamo di 258 interventi), mentre gli interventi con lavori in corso sarebbero il 25 per cento (1.349 interventi per un totale di poco più di 943 milioni di euro). La diversa percentuale che viene fuori a seconda che si guardi al numero di interventi oppure ai milioni di euro, deriva dal fatto che non in tutti i casi lo stato di avanzamento dei lavori è stato già concretizzato. Morale della favola? Al netto delle considerazioni di tipo tecnico-burocratico, ad oggi il Patto per la Basilicata vedrebbe due terzi degli interventi previsti nella sua fase di realizzazione, tra lavori in corso, lavori in affidamento e quelli con progettazione in corso. Nessuno, però, completato, consegnato e inaugurato. A tal proposito, però, da via Anzio precisano che non ci sono ritardi ed anzi si è assolutamente in linea con la programmazione, anche europea. Dunque, non ci sarebbe alcun ritardo. Anche perché, hanno sottolineato in Regione, a dicembre è stata effettuata una riprogrammazione del Patto, che ha ovviamente in qualche modo rallentato il tutto.

Se non ci sono opere concluse, però, c’è qualcuna che è in dirittura d’arrivo? Sempre secondo fonti regionali sì: il campus universitario di Matera. C’è qualche intervento che, per converso, è in ritardo? No, o meglio, «Ni»: quelle relative al dissesto idrogeologico, infatti, sebbene per motivi di raccordo con il Governo centrale e il sistema Rendis non sono ancora partite, ma dovrebbero farlo a breve.

A corollario di questi dati, poi, c’è il fatto che, se il costo totale del Patto per la Basilicata è di 3 miliardi e 829mila euro, costo che risulta coperto al 100 per cento, al momento l’avanzamento della spesa si attesterebbe sui 548 milioni 534mila euro. Da ultimo, non risultano esserci tra le opere in programma interventi con particolari criticità: addirittura il 98 per cento delle opere, infatti, viene considerata di criticità non nota o non presente, mentre quelle con criticità alta, media o bassa, si spartiscono il restante 2 per cento. Infine, da via Anzio hanno sottolineato che il termine temporale di riferimento per la consegna delle opere è il 31 dicembre del 2019.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

 
Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

 
Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

 
Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

 
Uccide moglie e si ammazza«Lei era amante della poesia»

Uccide moglie e si ammazza
«Lei era amante della poesia»

 
Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

 
Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS