Giovedì 21 Febbraio 2019 | 16:30

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

potenza

Di notte al liceo Flacco
Denunciati 4 ragazzi

Un 21enne e 3 minori sorpresi all'interno con le ricetrasmittenti. Pista tentato furto o atti vandalici

Di notte al liceo Flacco Denunciati 4 ragazzi

POTENZA - I carabinieri della compagnia di Potenza l’altra notte hanno sorpreso una baby gang nelle aule del liceo classico «Orazio Flacco» di Potenza ubicato in via Vespucci. La baby gang aveva preso di mira il liceo per commettere probabilmente atti vandalici o furti, ma non ne hanno avuto il tempo.

I militari, infatti, hanno sorpreso all’interno della scuola quattro giovani, tre minorenni ed un maggiorenne. Il più grande ha 21 anni, altri due 17, il più piccolo 16. I ragazzi sono tutti residenti nel capoluogo.

All’arrivo dei militari che avevano notato movimenti strani nell’area del liceo classico, in tre hanno tentato la fuga, ma sono stati subito bloccati. I componenti della baby gang vestivano tutti con felpe con cappuccio.

Il quarto è stato identificato poco dopo e raggiunto a casa dagli investigatori.

Il gruppetto, entrato nell’istituto da una porta secondaria e forzando una finestra si era diviso in due drappelli usando ricetrasmittenti per tenersi in contatto ed avvisare dell’eventuale presenza di forze dell’ordine. L’ipotesi formulata è quella del tentato furto o dell’atto vandalico.

Dell’accaduto è stata informata la Procura ordinaria e quella dei minori. I quattro giovani non sono studenti dell’istituto. Alcuni vivono in contesti sociali non del tutto sereni.

L’Arma della Provincia va detto riserva particolare attenzione al mondo scolastico in tutti i suoi aspetti. Infatti i militari nel luglio 2017, a Lauria, avevano denunciato sei quindicenni, responsabili del furto di materiale vario all’interno dell’Istituto Comprensivo «Giovanni XXIII», compiuto dopo aver forzato la porta d’ingresso. Ad inizio 2018 i carabinieri, hanno segnalato 4 persone, di cui tre di nazionalità straniera ed una italiana per inosservanza dell’obbligo di istruzione scolastica.

I minori interessati, in quanto non avviati alla frequentazione della scuola, sono stati 4. In particolare, i denunciati (i genitori) non avevano curato che i loro figli minori tutti nati tra il 2003 ed il 2004, frequentassero bla scuola di primo grado.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400