Domenica 24 Gennaio 2021 | 22:34

NEWS DALLA SEZIONE

«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 
Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
Il caso
Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

Basilicata, assessore di Forza Italia attacca FdI e si dimette

 
Il caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
Il caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
Il caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
Il caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
Nel Potentino
Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

Usb fa analizzare le mascherine di Fca, «Non sono idonee»: scatta la denuncia

 
Nel Potentino
Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

 
Guardia di Finanza
Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

Gioco d'azzardo illecito: sequestrati beni per mezzo milione di euro a 54enne potentino

 
Per almeno 15 giorni
Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

Potenza, responsabile piscina Montereale positivo al Covid: chiude struttura

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Giudici di pace

Il costo della Giustizia
sulle casse dei Comuni

Molti i casi di accollo degli oneri per evitare la soppressione

Il costo della Giustizia sulle casse dei Comuni

di PIERO MIOLLA

Dagli oltre 100mila euro di Pisticci ai circa 20mila di Santarcangelo, il tema non cambia: sono i Comuni, in ossequio all’assurda riforma Severino, che provvedono in larga parta al mantenimento degli uffici dei giudici di pace, anche in Basilicata. Da quando, nel 2012, il «Governo tecnico» guidato Mario Monti decise, su mandato del precedente esecutivo guidato da Silvio Berlusconi, che prima di essere «prepensionato» lasciò in eredità un decreto nel quale c’erano i contorni della futura riforma, il sistema giustizia vive sulle spalle dei cittadini.

Non solo per le vicende dei giudici onorari, mantenuti in larga parte dai Comuni e, quindi, dai cittadini, ma anche per le soppressioni dei tribunali, che in Basilicata ha fatto due vittime eccellenti: Melfi e Pisticci. Da allora, infatti, per chiunque decida di percorrere l’impervia via della giustizia tutto è diventato più difficile, ad iniziare dai chilometri in più che gli avvocati dei circondari di Melfi e Pisticci, a braccetto con i propri clienti, devono sobbarcarsi per presenziare in udienza.

Tornando ai giudici di pace, che proprio ieri hanno iniziato il dodicesimo sciopero in 13 mesi per protestare con un’altra riforma, questa volta targata Andrea Orlando, in Basilicata, in realtà, la situazione non è lineare. Se a Pisticci e a Chiaromonte, solo per citare due esempi, gli uffici dei giudici di pace sono totalmente a carico dei municipi, tanto che i dipendenti sono, appunto, lavoratori dei rispettivi comuni, a Santarcangelo e in molti altri centri lucani che sono sede di siffatti avamposti della giustizia, il personale arriva dalle ex Aree Programma, con tanto di stipendio base pagato dalla Regione Basilicata. Due pesi e due misure, dunque? Chissà. Non sarebbe la prima volta e, probabilmente, neanche l’ultima.

Sta di fatto che, sia a Pisticci che a Santarcangelo, se manca un toner o fa troppo freddo, la spesa è comunque a carico dei municipi. Lo stesso dicasi per la fornitura dell’energia elettrica o per l’acqua, per tutto il materiale di cancelleria e, ovviamente, anche per il sistema informatico, dove c’è. Oggi come oggi, dunque, se il tema portante è quello della protesta dei giudici di pace, in sciopero fino a febbraio, certamente anche sapere che siamo noi cittadini a mantenere quello che spesso è rimasto l’unico avamposto della giustizia (questo è accaduto a Pisticci, ad esempio) non può non suscitare interrogativi. E se la Regione Basilicata ha deciso di venire incontro ai municipi interessati, con una delibera approvata lo scorso dicembre, mettendo a disposizione degli uffici giudiziari lucani 50 tirocinanti, resta però da capire a chi toccherebbe versare alcune voci delle buste paga.

A Santarcangelo, ad esempio, lo stipendio base lo versa la Regione, ma non è un caso che, proprio di recente, sia balzata agli onori della cronaca la vicenda dei 4 dipendenti del locale ufficio del giudice di pace, i quali hanno chiesto al Comune valligiano la corresponsione della cosiddetta «indennità di amministrazione». Chi paga, dunque? Il Comune di Santarcangelo? E gli altri centri che, pure, si servono di quell’ufficio giudiziario e, tra l’altro, fanno anche parte dello stesso territorio di competenza dell’ex Comunità Montana? Misteri lucani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie