Sabato 23 Febbraio 2019 | 02:15

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
In vista del 24 marzo
Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

 
Economia
Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

 
L'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Consorzio industriale di potenza

Il pasticcio del depuratore
è su terreni ancora di privati

Suoli espropriati al demanio. Ma erano di due cittadini di Vaglio

Il pasticcio del depuratore  è su terreni ancora di privati

di Giovanni Rivelli

POTENZA - Il depuratore realizzato dal Consorzio Industriale di Potenza a Vaglio è stato edificato su terreni mai espropriati ai legittimi proprietari. Quei terreni, erano stati espropriati (pagando il relativo corrispettivo), ma al Demanio a cui non appartenevano e non ai privati che ne erano legittimamente proprietari.

La questione, che potrebbe nascondere non poche insidie, è approdata ora al Tar per un aspetto marginale, vale a dire il silenzio serbato dallo stesso Consorzio industriale sulla richiesta dei proprietari di provvedere ad un’acquisizione sanante (e i giudici hanno stabilito che la risposta debba arrivare in 60 giorni). Ma la questione appare assai complessa.

La vicenda affonda nelle procedure di costruzione dell’impianto, a inizio anni 2000. Espropriazione (al Demanio) e lavori fatti nei termini di 5 anni ma intanto, nel 2009, giunge a definizione una causa intentata da due cittadini che rivendicavano la proprietà di quei terreni la cui conformazione si era nel tempo modificata in seguito all’alluvione del 1929, con il letto del fiume Basento si era prima ampliato e poi ritirato. Così nel 2015 il Consorzio industriale propone ai proprietari la cessione dei suoli per gli stessi soldi dati al Demanio, ma i proprietari rifiutano chiedendo la per loro più conveniente «acquisizione sanante» che non solo si basa sull’attuale valore venale dei beni, ma considera anche i tempi di illegittima occupazione, nel caso in questione oltre 15 anni. E considerando che l’area è stata trasformata, si tratta di tanti soldi. E i giudici, nel sancire, per ora, il diritto a una risposta, hanno spiegato che «il fatto illecito dell’occupazione sine titulo di un terreno e la realizzazione su tale bene di un’opera pubblica, senza aver emanato un provvedimento di dichiarazione della pubblica utilità o un provvedimento di espropriazione entro il termine di validità della dichiarazione di pubblica utilità oppure senza aver stipulato il contratto di cessione volontaria, non costituisce un titolo di trasferimento della proprietà, ma un illecito permanente, che può essere sanato o con l’emanazione del provvedimento di acquisizione sanante oppure con la restituzione ai proprietari dei beni illecitamente occupati nel loro stato originario». Come dire che il problema potrebbe essere solo all’inizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400