Martedì 19 Marzo 2019 | 18:27

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Potenza

Il Covo degli Arditi
è a rischio crollo

Il Covo degli Arditi  è a rischio crollo

di Luigia Ierace

POTENZA - «Il sazio non può capire l’affamato». Si legge sul nastro della transenna che dovrebbe inibire il passaggio sulla pericolosa gradinata monumentale del Covo degli Arditi, la storica galleria del complesso monumentale Ophelia, opera degli architetti Quaroni e Piacentini. Una «frase» che campeggia da quando ignoti predatori di monumenti, stavano saccheggiando i lastroni dei gradini della scala rendendo estremamente pericoloso il passaggio. Furono gli abitanti della zona a segnalarlo e l’accesso da una delle due ali della gradinata monumentale venne inibito dopo la denuncia dell’accaduto da parte della Gazzetta i primi di febbraio. Non è cambiato nulla. C’è chi continua a passare incurante del divieto, mentre ogni giorno il Covo, a rischio crolli, continua a perdere i suoi pezzi di storia (basta vedere le foto a lato). Una storia che si rischia di perdere: dalla bellezza dei fregi della gradinata che si stanno sgretolando (la memoria va al lungo lavoro di restauro della Soprintendenza ai Beni Monumentali. I materiali usati si mostrarono purtroppo inadeguati), alla stessa gradinata, alla galleria ormai del tutto inagibile, pericolosa. E si teme anche il rischio di crolli.

«Non ci sono le risorse - spiega il presidente della Provincia, Nicola Valluzzi - per il recupero del patrimonio storico esistente in città: dal Covo degli Arditi, alla Villa del Prefetto, Torre Guevara, all’ex-ragioneria. Tutte le risorse per la rigenerazione urbana sono andate al Comune. Ci vogliono investimenti ma bisogna sapere anche la destinazione dei beni. Nel 2015, era stato presentato dal Gal Basento Camastra un progetto a conclusione della vecchia programmazione per 390 mila euro per realizzare nel Covo di un farmer market per prodotti caseari e salumi di eccellenza, ma non si riuscì a candidare l’iniziativa e non se ne parlò più».

Da allora solo un continuo inesorabile degrado. Mai la galleria aveva vissuto un periodo così oscuro. Neppure quando era stata trasformata in autoparco. Ora nella piazza antistante all’ingresso del Covo, sono i bus di linea a stazionare. «Non fu facile spostare l’autoparco - ricorda l’allora presidente della Provincia, Vito Santarsiero -. Inaugurammo il Covo degli Arditi con una mostra di auto d’epoca a fine dicembre 2001. Era un pezzo di un ambizioso progetto che era quello di un polo culturale che doveva vivere negli spazi del museo, della pinacoteca, del Covo e della Bibliomediateca. Tante le manifestazioni che attirarono l’attenzione di esperti, critici, mass media nazionali per la qualità e lo spessore delle iniziative. Ospitammo mostre straordinarie».

Le parole si abbandonano ai ricordi: De Chirico, Carrà, le auto d’epoca, un tassello del primo museo del Sud che sarebbe stato ospitato proprio nel Covo degli Arditi, l’unica galleria realizzata del progetto di reticolo sotterraneo di Quaroni e Piacentini. Purtroppo, un progetto culturale richiede una visione, che un monumento unico quale il Covo richiede e ora non ha.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400