Domenica 09 Agosto 2020 | 10:54

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, lesioni colpose,. Indagati 10 medici

Taranto, perde una gamba dopo il ricovero: indagati 10 medici per lesioni colpose

 
LecceIl fatto
Ugento, colto da un improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

Ugento, colto da improvviso malore si schianta contro le auto in sosta: muore 75enne

 
Baril'Incidente
Altamura, tragico schianto su via Laterza. Muore 67enne

Altamura, tragico schianto su via Laterza. Muore 67enne

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
FoggiaSanità
Foggia, l’Asl porta l'ospedale a domicilio

Foggia, la Asl porta l'ospedale a domicilio per chi non può muoversi

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

Casa Don Tonino Bello

Potenza, mensa solidale
accoglie poveri e migranti

potenza, mensa solidaleaccoglie poveri e migranti

Maria Vittoria Pinto

«Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto». Dalle parole di Gesù (Mt 7,7-12)nasce l’idea di realizzare una mensa solidale che assicuri, a chiunque abbia bisogno e in modo completamente gratuito, un pasto caldo e una parola di conforto. In un periodo delicato come quello attuale (basti pensare che nel Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia della Caritas Italiana il 2015 è stato definito l’annus horribilis) aiutare il prossimo senza chiedere nulla in cambio, che sia italiano o straniero, è una di quelle notizie che fa ben sperare nell’umanità di questa società digitale. La Mensa Solidale della «Casa di Accoglienza don Tonino Bello» ospita tutti i giorni, a pranzo (ore 13:30) e a cena (ore 20:30), chiunque abbia necessità. Non c’è bisogno di pagare alcun ticket, i volontari della Fondazione Madre Teresa di Calcutta e don Gilberto Cignarale, presidente della onlus, spiegano che «bisogna solo avvisare per tempo affinché il cibo che viene preparato non vada sprecato».

Un grande lavoro di accoglienza che vede un ulteriore step nella realizzazione della mensa solidale, come spiega padre Pietro, fortemente voluta dalla Fondazione Madre Teresa di Calcutta che, lavorando simbioticamente con la parrocchia Santa Maria del Sepolcro e il terz’ordine francescano, ha messo su due realtà di accoglienza: Casa don Tonino Bello e Casa Francesca e Chiara. Casa don Tonino Bello nasce come punto di prima accoglienza, con 20 posti letto ospita attualmente una decina di persone di nazionalità diverse, e la mensa per i poveri; Casa Francesco e Chiara, affianco alla chiesa di Santa Maria, nasce, invece, come punto di accoglienza prolungata, attualmente il piano superiore ospita tre famiglie siriane, e vede la presenza al piano terra di un dormitorio ed un bagno-doccia per chi è solo di passaggio e non ha altro posto in cui andare. La parrocchia di Santa Maria, grazie all’impegno delle suore vincenziane e dei volontari, effettua anche la distribuzione alimentare e quella degli indumenti.

Mentre alla mensa solidale sono volontari anche i siriani accolti, un bellissimo esempio di inclusione e generosità da parte di chi è fuggito dall’odio e dalla guerra. Ma la vera forza di queste due strutture di accoglienza (strutture di accoglienza che non percepiscono alcun sostegno economico da parte delle istituzioni) sono i volontari, uomini e donne che si spendono quotidianamente per «l’altro». Ed è questo il vero spirito di accoglienza necessario per arginare la povertà dilagante che miete vittime da tempo: la carità della gente. Purtroppo, però, solo il sostegno della gente, dei volontari, della Caritas, non basta per aiutare tutti. C’è bisogno di fare di più ed è per questo che la Fondazione Madre Teresa di Calcutta vuole coinvolgere la cittadinanza tutta e non solo affinché si possa, insieme, donare una speranza a chi non ne ha: «Se vuoi contribuire ad un mondo più solidale donando parte del tuo tempo… batti un colpo! Scrivi, lascia i tuoi recapiti a info@santamariadelsepolcro.it o chiama al numero 328 1632928 – 0971 440593 o passa da Casa don Tonino Bello in via Di Giura,73».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie