Martedì 15 Ottobre 2019 | 19:02

NEWS DALLA SEZIONE

I dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 
nel Potentino
Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

 
terza e quarta età
Basilicata, poche case di riposo: mancano i posti letto per gli anziani

Basilicata, poche case di riposo: mancano i posti letto per gli anziani

 
La decisione
Potenza, truffe Inps: Riesame revoca 5 arresti domiciliari

Potenza, truffe Inps: Riesame revoca 5 arresti domiciliari

 
l'indagine
Basilicata, minori maltrattati: dato in calo rispetto al 2017

Basilicata, minori maltrattati: dato in calo rispetto al 2017

 
L'inchiesta
Da Torino a Potenza, chiuse indagini su Pasquaretta, ex portavoce sindaco Appendino

Da Torino a Potenza, chiuse indagini su Pasquaretta, ex portavoce sindaco Appendino

 
Furbetti
Fisco, benzinaio evasore totale per 1,3 mln nel Lagonegrese

Fisco, benzinaio evasore totale per 1,3 mln nel Lagonegrese

 
Petrolio lucano
Viggiano, perdite al Cova: si va a processo. Ipotizzato disastro ambientale

Viggiano, perdite al Cova: si va a processo. Ipotizzato disastro ambientale

 
L'inchiesta
L’eolico in Basilicata nelle mani della mafia siciliana: sequestrati 2 impianti

L’eolico in Basilicata nelle mani della mafia siciliana: sequestrati 2 impianti

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato nel Potentino, sfruttavano braccianti nei campi: smantellata organizzazione

Caporalato nel Potentino, sfruttavano braccianti nei campi: sgominata banda di 6 persone VD

 
Il caso
Potenza, presa a pugni e violentata il giorno del suo compleanno

Potenza, violentata il giorno del suo compleanno dal suo migliore amico e da un complice

 

Il Biancorosso

Lega pro
Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantonel tarantino
Castellaneta, infermiere aggredito fuori da ospedale da familiare di un paziente

Castellaneta, infermiere aggredito fuori da ospedale da familiare di un paziente

 
Barisanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 
Materamorirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 
Brindisinel Brindisino
Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

Ostuni, violenta e sequestra la ex che riesce a fuggire: arrestato 52enne

 
Leccenel Leccese
Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

San Severo, polizia sequestra terreno con 30 piante di marijuana

 
Batl'iniziativa
«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

«Barletta non è una città accessibile»: il flash mob 'La rivolta delle carrozzine'

 
PotenzaI dati
Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

Criminalità, per il Sole 24 Ore la Basilicata è «quasi tranquilla»

 

i più letti

Casa Don Tonino Bello

Potenza, mensa solidale
accoglie poveri e migranti

potenza, mensa solidaleaccoglie poveri e migranti

Maria Vittoria Pinto

«Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto». Dalle parole di Gesù (Mt 7,7-12)nasce l’idea di realizzare una mensa solidale che assicuri, a chiunque abbia bisogno e in modo completamente gratuito, un pasto caldo e una parola di conforto. In un periodo delicato come quello attuale (basti pensare che nel Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia della Caritas Italiana il 2015 è stato definito l’annus horribilis) aiutare il prossimo senza chiedere nulla in cambio, che sia italiano o straniero, è una di quelle notizie che fa ben sperare nell’umanità di questa società digitale. La Mensa Solidale della «Casa di Accoglienza don Tonino Bello» ospita tutti i giorni, a pranzo (ore 13:30) e a cena (ore 20:30), chiunque abbia necessità. Non c’è bisogno di pagare alcun ticket, i volontari della Fondazione Madre Teresa di Calcutta e don Gilberto Cignarale, presidente della onlus, spiegano che «bisogna solo avvisare per tempo affinché il cibo che viene preparato non vada sprecato».

Un grande lavoro di accoglienza che vede un ulteriore step nella realizzazione della mensa solidale, come spiega padre Pietro, fortemente voluta dalla Fondazione Madre Teresa di Calcutta che, lavorando simbioticamente con la parrocchia Santa Maria del Sepolcro e il terz’ordine francescano, ha messo su due realtà di accoglienza: Casa don Tonino Bello e Casa Francesca e Chiara. Casa don Tonino Bello nasce come punto di prima accoglienza, con 20 posti letto ospita attualmente una decina di persone di nazionalità diverse, e la mensa per i poveri; Casa Francesco e Chiara, affianco alla chiesa di Santa Maria, nasce, invece, come punto di accoglienza prolungata, attualmente il piano superiore ospita tre famiglie siriane, e vede la presenza al piano terra di un dormitorio ed un bagno-doccia per chi è solo di passaggio e non ha altro posto in cui andare. La parrocchia di Santa Maria, grazie all’impegno delle suore vincenziane e dei volontari, effettua anche la distribuzione alimentare e quella degli indumenti.

Mentre alla mensa solidale sono volontari anche i siriani accolti, un bellissimo esempio di inclusione e generosità da parte di chi è fuggito dall’odio e dalla guerra. Ma la vera forza di queste due strutture di accoglienza (strutture di accoglienza che non percepiscono alcun sostegno economico da parte delle istituzioni) sono i volontari, uomini e donne che si spendono quotidianamente per «l’altro». Ed è questo il vero spirito di accoglienza necessario per arginare la povertà dilagante che miete vittime da tempo: la carità della gente. Purtroppo, però, solo il sostegno della gente, dei volontari, della Caritas, non basta per aiutare tutti. C’è bisogno di fare di più ed è per questo che la Fondazione Madre Teresa di Calcutta vuole coinvolgere la cittadinanza tutta e non solo affinché si possa, insieme, donare una speranza a chi non ne ha: «Se vuoi contribuire ad un mondo più solidale donando parte del tuo tempo… batti un colpo! Scrivi, lascia i tuoi recapiti a info@santamariadelsepolcro.it o chiama al numero 328 1632928 – 0971 440593 o passa da Casa don Tonino Bello in via Di Giura,73».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie