Giovedì 25 Aprile 2019 | 16:34

NEWS DALLA SEZIONE

La situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
Il nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Petrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
Il caso
Basilicata, petrolio contaminato in Val D'Agri: un arresto

Val D'Agri, petrolio contaminato: arrestato dirigente Eni 
«Massima collaborazione»

 
La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

 
LecceIniziativa nel salento
Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

Casa Don Tonino Bello

Potenza, mensa solidale
accoglie poveri e migranti

potenza, mensa solidaleaccoglie poveri e migranti

Maria Vittoria Pinto

«Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto». Dalle parole di Gesù (Mt 7,7-12)nasce l’idea di realizzare una mensa solidale che assicuri, a chiunque abbia bisogno e in modo completamente gratuito, un pasto caldo e una parola di conforto. In un periodo delicato come quello attuale (basti pensare che nel Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia della Caritas Italiana il 2015 è stato definito l’annus horribilis) aiutare il prossimo senza chiedere nulla in cambio, che sia italiano o straniero, è una di quelle notizie che fa ben sperare nell’umanità di questa società digitale. La Mensa Solidale della «Casa di Accoglienza don Tonino Bello» ospita tutti i giorni, a pranzo (ore 13:30) e a cena (ore 20:30), chiunque abbia necessità. Non c’è bisogno di pagare alcun ticket, i volontari della Fondazione Madre Teresa di Calcutta e don Gilberto Cignarale, presidente della onlus, spiegano che «bisogna solo avvisare per tempo affinché il cibo che viene preparato non vada sprecato».

Un grande lavoro di accoglienza che vede un ulteriore step nella realizzazione della mensa solidale, come spiega padre Pietro, fortemente voluta dalla Fondazione Madre Teresa di Calcutta che, lavorando simbioticamente con la parrocchia Santa Maria del Sepolcro e il terz’ordine francescano, ha messo su due realtà di accoglienza: Casa don Tonino Bello e Casa Francesca e Chiara. Casa don Tonino Bello nasce come punto di prima accoglienza, con 20 posti letto ospita attualmente una decina di persone di nazionalità diverse, e la mensa per i poveri; Casa Francesco e Chiara, affianco alla chiesa di Santa Maria, nasce, invece, come punto di accoglienza prolungata, attualmente il piano superiore ospita tre famiglie siriane, e vede la presenza al piano terra di un dormitorio ed un bagno-doccia per chi è solo di passaggio e non ha altro posto in cui andare. La parrocchia di Santa Maria, grazie all’impegno delle suore vincenziane e dei volontari, effettua anche la distribuzione alimentare e quella degli indumenti.

Mentre alla mensa solidale sono volontari anche i siriani accolti, un bellissimo esempio di inclusione e generosità da parte di chi è fuggito dall’odio e dalla guerra. Ma la vera forza di queste due strutture di accoglienza (strutture di accoglienza che non percepiscono alcun sostegno economico da parte delle istituzioni) sono i volontari, uomini e donne che si spendono quotidianamente per «l’altro». Ed è questo il vero spirito di accoglienza necessario per arginare la povertà dilagante che miete vittime da tempo: la carità della gente. Purtroppo, però, solo il sostegno della gente, dei volontari, della Caritas, non basta per aiutare tutti. C’è bisogno di fare di più ed è per questo che la Fondazione Madre Teresa di Calcutta vuole coinvolgere la cittadinanza tutta e non solo affinché si possa, insieme, donare una speranza a chi non ne ha: «Se vuoi contribuire ad un mondo più solidale donando parte del tuo tempo… batti un colpo! Scrivi, lascia i tuoi recapiti a info@santamariadelsepolcro.it o chiama al numero 328 1632928 – 0971 440593 o passa da Casa don Tonino Bello in via Di Giura,73».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400