Venerdì 07 Agosto 2020 | 14:28

NEWS DALLA SEZIONE

SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLA TESTIMONIANZA
Specchia, io e mia figlia, ferita nell'inferno di Beirut

Specchia, parla Antonio Lia: «Mia figlia, ferita nell'inferno di Beirut»

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
PotenzaSANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
Tarantoi contagi
Positivo a Taranto dopo tre mesi

Coronavirus, un positivo a Taranto dopo tre mesi

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
BatEMERGENZA ABITATIVA
Trani, casa occupata assegnata dal Comune

Trani, casa occupata di via Olanda assegnata dal Comune

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

cultura lucana

«Vendo la casa di Sinisgalli
l'ho strappata io al degrado»

L'erede testamentaria del patrimonio del poeta, Ana Maria Lutescu, e l'idea di un museo: «Nessuno mi ha risposto»

«Vendo la casa di Sinisgallil'ho strappata io al degrado»

di Rocco Brancati

L’erede testamentaria del patrimonio materiale e immateriale di Leonardo Sinisgalli, Ana Maria Lutescu, interviene con una sua nota e una intervista sulla vicenda dell’eredità del poeta-ingegnere di Montemurro all’indomani dell’intervento del Ministro dei Beni per le Attività Culturali e Turistiche Dario Franceschini che, su segnalazione del capo gabinetto del Mibact Giampaolo D’Andrea ha disposto una verifica per tutelare, scongiurandone la vendita nelle aste on-line, di una serie di «lotti» comprendenti libri, oggetti personali, arredi, ecc. Infatti la Sovrintendenza archivistica e bibliografica del Lazio ha avviato le procedure per evitare la dispersione di questo materiale.

Nel suo testamento Leonardo Sinisgalli cita una lunga serie di suoi libri, manoscritti, album, agende, quaderni, disegni e acquerelli conservati nella sua casa romana al n. 6 di via del Sassoferrato. È un materiale ancora in suo possesso, o è stato, sia pure in parte, venduto?

«Il materiale di Sinisgalli che è in mio possesso è costituito da centinaia di lettere, cartoline di personaggi importanti, foto, foglietti di appunti, quaderni di matematica, diverse collezioni, oggetti personali, scarabocchi, ecc. Devo precisare che l’unica volta che sono stati venduti pochi disegni di Sinisgalli è stata nel 2003 quando il Comune di Montemurro partecipò all’asta di via del Babuino».

Le ultime volontà del poeta sono quelle di destinare la sua casa natale a Montemurro a sede di un museo-biblioteca a lui dedicato. La casa è stata rimessa in vendita in questi ultimi giorni. A quale prezzo?

«La casa di Sinisgalli ho deciso di metterla in vendita al prezzo di 350 mila euro per questi motivi: dopo la morte del poeta quell’abitazione è stata lasciata in custodia ai nipoti per renderla disponibile come un museo. Quando c’è stata la ricorrenza del decennale dalla morte di Sinisgalli l’abbiamo ritrovata in stato di assoluto abbandono addirittura col tetto sfondato, tanto che ci pioveva dentro e piena di topi. Nonostante il parere negativo del mio compagno Rodolfo Borra ho deciso di farla restaurare con i miei risparmi. Quando è morto Rodolfo ho chiesto a tutti gli enti di aiutarmi a creare un museo sinisgalliano ma nessuno mi ha risposto».

Secondo sempre il testamento di Sinisgalli i diritti d’autore, o almeno una parte di questi diritti, «potrebbero essere la fonte di quella rendita annuale da devolvere all’Ente che custodisce il piccolo museo dedicato alla mia memoria». Qual è il suo parere in merito?

«I “diritti d’autore” che arrivano ogni anno non superano i 500 euro anche perché molti non pagano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie