Martedì 11 Agosto 2020 | 02:30

NEWS DALLA SEZIONE

Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 
L'INTERVISTA
«Per uscire dalla crisi serve la verità»

Potenza, «Per uscire dalla crisi serve la verità»: la Chiesa suona la sveglia alla Basilicata

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

 
fase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 
Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaContagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
FoggiaLe immagini
Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

Foggia, il video dell'assalto al portavalori tra sparatorie e auto in fiamme: A14 bloccata

 
BariLa decisione
Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

 
BrindisiIncidente mortale
Brindisi, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

Tragedia nel Brindisino, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

 
TarantoIl caso
Arcelor Mittal, i Genitori Tarantini «delusi7 dalle parole di Conte: «La città va salvata»

Arcelor Mittal, i Genitori Tarantini «delusi7 dalle parole di Conte: «La città va salvata»

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 
LecceL'INTERVISTA
La ricerca internazionale scommette nel Salento

La ricerca internazionale scommette nel Salento

 
BatMALASANITÀ
Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

 

i più letti

Anziana morta al S.Carlo Il Pm ordina l'autopsia

Quattro medici sono stati iscritti nel registro degli indagati. Sequestrata la cartella clinica e disposti gli accertamenti

di Giovanni Rivelli

POTENZA - La Procura di Potenza ha aperto un fascicolo d’indagine per appurare le reali cause della morte di Angelina Croce in Venetucci, una donna di 70 anni di Picerno venuta a mancare martedì scorso dopo essere stata ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale San Carlo di Potenza.

Su disposizione del Pm Vincenzo Lanni è stata sequestrata la cartella clinica della donna, che era giunta in ospedale domenica scorsa, e ieri mattina il dottor Giovanni Zotti ha eseguito l’autopsia affiancato dai consulenti dei familiari della donna e dei quattro medici del reparto che l’hanno avuta in cura (i dottori Rita Pasquariello, Felice Severino, Maria Damiano e Raffaella Genzano) a cui, a loro tutela proprio per consentire la partecipazione, a mezzo di propri rappresentanti, agli accertamenti irripetibili.

All’origine della decisione della Procura di avviare le indagini sul caso ci sarebbe la denuncia presentata dai familiari della donna (ora assistiti dall’avv. Antonio Tisci) che hanno lamentato di non aver avuto dai medici elementi chiari sulle cause della morte della loro congiunta. Il figlio, in particolare, mercoledì mattina si è recato al posto di polizia presente presso lo stesso nosocomio potentino raccontando che nessuno dei vari medici con cui aveva parlato dopo il decesso aveva indicato con chiarezza le cause della morte.

A quanto raccontato dai familiari, gli stessi medici avrebbero parlato di valori tutti in regola da parte della loro congiunta, qualcuno avrebbe anche aggiunto che era stato fatto tutto quanto era possibile fare, ma i familiari non avrebbero compreso la causa del decesso e, anzi, uno dei medici gli avrebbe prospettato la necessità di fare accertamenti necroscopici.

Ma tra le varie cose che sono state riferite ai familiari ve ne è una, in particolare, che ha suscitato in loro allarme: nel corso della notte che ha preceduto il decesso la donna si sarebbe molto agitata e avrebbe chiesto di avere il figlio. Il timore è che possa esserci stata l’assunzione di un qualche calmante che avrebbe potuto determinare una reazione inattesa. Un timore dettato dal fatto che qualche anno fa Angelina Croce, in preda a una colica renale da calcoli, assunse un antidolorifico ma ebbe la inattesa conseguenza di una violenta reazione del suo organismo.

Un tema posto ora ai periti che, anche alla luce di quanto riportato nella cartella clinica posta sotto sequestro, dovranno valutare ogni elemento e determinare l’origine del decesso e se sia stato fatto tutto quanto dovuto per evitarlo. Da parte del San Carlo, intanto, nessun commento per rispetto dell’attività giudiiaria in corso.

I familiari, in ogni caso, sono comprensibilmente turbati per il precipitare degli eventi. La donna, fino a domenica, stava normalmente bene. Ha cucinato per la famiglia e ha pranzato con tutti. Poi, nel pomeriggio, ha avvertito un malore che l’ha portata a non stare più in piedi. I familiari hanno chiesto l’intervento del 118 e i sanitari hanno ipotizzato una sospetta ischemia e l’hanno portata al Pronto Soccorso del San Carlo. Nell’ospedale potentino, tuttavia, l’ischemia sarebbe stata esclusa e la donna sarebbe stata ricoverata. Poi il tragico epilogo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie