Martedì 19 Marzo 2019 | 18:11

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Abuso d’ufficio sulla lottizzazione di S. Caterina

Maratea, a giudizio
ex sindaco e consiglieri

Prima udienza il 14 settembre. Coinvolto pure l'ex sindaco

di Pino Perciante

MARATEA - Tutti a processo. Il caso della lottizzazione di Santa Caterina a Maratea finisce davanti al collegio del tribunale. Il gup di Lagonegro, Rosamaria de Lellis, ha infatti rinviato a giudizio l’ex sindaco Mario di Trani e altre 12 persone con l’accusa di concorso in abuso d’ufficio. Il processo comincerà il prossimo 14 settembre.

Oltre a di Trani, siederanno sul banco degli imputati anche gli ex consiglieri comunali Biagio Schettino, Biagio Belvedere, Gerarda Glosa, Giovanni Limongi Rizzuti, Virgilio Lammoglia, Diego Glosa, Biagio Schettino, Marinella Job, Rosa Brando e Antonio Magnabosco, l’ex dirigente del settore lavori pubblici, Anna Maria Magliano, e l’imprenditrice Rosa Amoroso.

La vicenda si consumò nell’estate del 2010. Secondo la Procura, l’allora sindaco e la maggioranza consiliare, su istigazione dell’imprenditrice, approvarono una nuova convenzione in cui il Comune rinunciava alle opere di urbanizzazione (un anfiteatro e parte della strada della Marinella ) che invece, per legge, avrebbe dovuto acquisire. La lottizzazione di Santa Caterina è quella che prevede, tra l’altro, la realizzazione delle famose villette a schiera sulla costa, a ridosso della zona già edificata del Pianeta Maratea.

Nel 1981 due società chiesero al Comune di realizzare un complesso turistico – residenziale sulla costa. In cambio, per compensare gli oneri di urbanizzazione, avrebbero dovuto realizzare delle opere pubbliche, tra cui l’anfiteatro, da cedere poi gratuitamente al Comune. Il piano rimase in parte inattuato. Nel 2010 il Comune, per completare il progetto, fece un’altra convenzione con le due società, in cui rinunciava alle opere di compensazione (l’anfiteatro, un campo di calcetto e la strada) monetizzandole per circa 245mila euro.

Nel mirino dell’accusa la delibera comunale che a ridosso di ferragosto del 2010 modificò la convenzione con i costruttori che avrebbero dovuto completare il discusso progetto. L’accordo del 2010 prevedeva anche una nuova volumetria di 30 mila metri cubi di cemento per realizzare un gruppo di villette a schiera sulla costa che avrebbero dovuto completare il piano di costruzione avviato nel 1981. Un progetto, quello delle vilette, balzato agli onori della cronaca tre anni fa e contestato dagli ambientalisti che più volte hanno presentato esposti. Proprio a seguito di un esposto, la Procura di Lagonegro aprì un altro fascicolo di recente archiviato dal gip per il principio del «ne bis in idem», essendoci già l’inchiesta che oggi ha prodotto i rinvii a giudizio. E sull’intera vicenda indaga anche la Corte dei conti che contesta un danno di oltre 600mila euro.maratea Sul banco degli imputati ex consiglieri comunali. La vicenda risale all’estate del 2010

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400