Giovedì 13 Agosto 2020 | 10:31

NEWS DALLA SEZIONE

IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 
Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 
L'INTERVISTA
«Per uscire dalla crisi serve la verità»

Potenza, «Per uscire dalla crisi serve la verità»: la Chiesa suona la sveglia alla Basilicata

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

 
fase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 
Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'INCIDENTE
Ciclista investito a Gioia del Colle: caccia al pirata

Ciclista investito a Gioia del Colle: è caccia al pirata

 
Leccel'arrivo
Porto Selvaggio, i migranti sono avvocati, ingegneri e architetti

Porto Selvaggio, i migranti sbarcati sono avvocati, ingegneri e architetti

 
Foggianel foggiano
Vieste, «Dammi i soldi o ti squarcio la macchina»: parcheggiatore abusivo in carcere

Vieste, «Dammi i soldi o ti squarcio la macchina»: parcheggiatore abusivo in carcere

 
TarantoOrgoglio tarantino
Al Sette Colli è Benny Pilato show: record italiano nei 100 rana

Al Sette Colli è Benny Pilato show: record italiano nei 50 rana

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

ventesima in italia

Viggiano da record
per spesa nello sport

pista di atletica

di PIERO MIOLLA

Viggiano è il comune lucano che nel 2014 ha speso più di tutti nello sport, con 701,22 euro pro capite. Una somma che colloca la «capitale del petrolio» al ventesimo posto a livello nazionale e fa sì che il distacco con il secondo centro lucano che investe di più nel settore sportivo, vale a dire san Chirico Raparo con 79,07 euro pro capite (posizione numero 352 a livello nazionale), sia davvero impressionante. È l’effetto royalties? Potrebbe, tenuto conto che nelle prime 15 posizioni di questa speciale classifica lucana, oltre a Viggiano, ci sono ben cinque centri della Val d’Agri (sei considerando Viggiano).
I capoluoghi, invece, sono distanti dal vertice: Potenza, infatti, spenderebbe 30,55 per ogni abitante (ventiduesimo posto in Basilicata), mentre Matera è anche più dietro, tenuto conto che la sua spesa è di appena 9,25 euro per abitante: cifra che colloca la città dei Sassi nella posizione numero 62 in regione. Lo rivela il sito openbilanci.it, curato dall’associazione Openpolis, che, partendo da uno studio sull’attività fisica degli italiani, giunge poi a «dare i numeri» per vedere quanta parte dei bilanci comunali sia dedicata alla promozione dello sport, innanzi tutto per mantenere impianti come stadi e piscine comunali, ma anche per organizzare eventi come maratone e altre manifestazioni sportive.

I dati, come spesso accade, acclarano, ancora una volta, una frattura tra Nord e Sud Italia: una differenza che, in realtà, parte proprio dalla frequentazione della pratica sportiva, molto più presente nel Settentrione che non nel Meridione. Gli squilibri a livello territoriale e sociale ci fanno capire che l’offerta di impianti e servizi sportivi sul territorio potrebbe avere un ruolo decisivo nel promuovere la cultura e la pratica sportiva: il fatto che al Sud si “corra” di meno, dunque, potrebbe ben dipendere dalla considerazione che si investe di meno nelle strutture sportive, e non viceversa. In pratica, al Sud non si può spiegare la minore spesa per gli impianti giustificandola con una più bassa frequentazione degli stessi. È, invece, esattamente il contrario: si pratica poco perché ci sono pochi impianti. I quali scarseggiano perché si investe poco nel settore.

Tornando alla speciale classifica, tra le città italiane con più di 200 mila abitanti, il comune che nel 2014 ha speso di più in questo capitolo del bilancio è stata Trieste, che ha destinato oltre 36 euro per ogni abitante allo sport. Seguono, entrambe sopra i 30 euro pro capite, Torino e Firenze. Tranne Catania, le grandi città del sud hanno tutte una spesa pro capite inferiore ai 15 euro, a conferma del divario di cui si diceva. Va però precisato che i bilanci comunali non comprendono le spese dello stesso tipo stanziate dallo Stato o, ad esempio, dal Coni. L’analisi, quindi, potrebbe essere non del tutto esaustiva, anche se i numeri citati fanno capire come stanno le cose, in Italia e in Basilicata. Dove Viggiano è il centro più attento allo sport ma, per esempio, non ha neanche una squadra di calcio, visto il club viggianese che militava in Eccellenza è fallito qualche anno fa. Oggi, nel rinnovato stadio di Viggiano (con erba sintetica) gioca l’ex Villa d’Agri, denominato Grumentum Val d’Agri dopo la fusione con la squadra di Grumento Nova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie